«L’imputato ha problemi di salute mentale ed è incapace a partecipare coscientemente al procedimento». A stabilirlo è stato il Tribunale di Marsala, a seguito della richiesta del pubblico ministero di disporre la custodia cautelare dell’imputato I.O. in una sezione speciale per infermi psichici. Il Tribunale ha sospeso il processo e lo ha rinviato al 16 settembre, in modo da effettuare ulteriori accertamenti sullo stato di salute mentale dell’imputato.

Nonostante la sua giovane età, infatti, il 21 enne nigeriano I.O., si è già reso protagonista in diversi episodi: ha aggredito una famiglia di Gibellina lungo la via Errante Vecchia a Castelvetrano; si è reso responsabile di un tentativo di furto all’interno di un automobile che si trovava nel parcheggio del Lidl (sempre a Castelvetrano), entrando in colluttazione con il proprietario e, durante il marasma generato, era anche riuscito a sottrarre e puntare la pistola d’ordinanza a un’agente municipale che era intervenuto per sedare gli animi. Infine, dopo essere stato arrestato, aveva aggredito tre poliziotti nel carcere di Trapani ed era stato trasferito al “Pagliarelli” di Palermo.

Adesso, l’Amministrazione Penitenziaria dovrà individuare un istituto o una sezione speciale per infermi di mente dove collocarlo in attesa delle perizie mediche.