Qualche giorno fa avevamo dato la notizia riguardo lo sgombero disposto dal Sindaco di Castelvetrano nei confronti degli occupanti dell’ex Cementificio Selinunte di C\da Bresciana che attualmente conta circa 40 “residenti”. Stamani il primo cittadino ha dato conferma alla redazione di Castelvetranoselinunte.it che lo sgombero è momentaneamente sospeso a causa dell’emergenza in corso che ha sicuramente maggiore priorità.

Sulla questione si era espressa anche la sezione locale di LIBERA che in una nota ha invitato il primo cittadino a provvedere allo sgombero dei lavoratori dall’ex cementificio “Cascio” non prima di avere individuato ed approntato un opportuno piano di sistemazione adeguata delle persone sgomberate.

All’ex “Calcestruzzi Selinunte” i migranti arrivano a piedi dalla vicina Campobello di Mazara. È in paese che frequentano i supermercati e le attività commerciali. Chi dei migranti, oltre la stagione di raccolta, si ferma sul territorio dovrebbe trovarsi un alloggio idoneo, evitando così il bivacco. Ma non sempre questo avviene.