Situazione insostenibile al CUP (Centro Unico Prenotazioni) del Vitt. Emanuele II di Castelvetrano dove le file sono interminabili ed i tempi davvero insostenibili. L’esasperazione degli utenti sfocia in rabbia e violenze verbali verso gli operatori del Cup e del Tribunale per i Diritti del Malato preso giustamente di mira per denunciare il disservizio.

Tre gli sportelli attivi che non riescono a smaltire le file, creando confusione e difficoltà fra gli utenti, molti dei quali non in ottime condizioni di salute e costretti ad attendere in piedi. Una situazione che persiste oramai da troppi mesi e che adesso non si può più tollerare.

Bisogna assolutamente garantire diritti e dignità al cittadino e soprattutto velocizzare ed intensificare i servizi sanitari, intensificando il personale necessario per garantire il servizio e non trasferendo le poche unità presenti in loco, in altri uffici CUP del territorio belicino.

Resp. TDM Serena Navetta