Silvia Romano è libera. L’annuncio arriva dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte sul suo profilo Twitter. “Silvia Romano è stata liberata! Ringrazio le donne e gli uomini dei nostri servizi di intelligence. Silvia, ti aspettiamo in Italia!”, ha scritto Conte sui social.

“Volevo darvi una buona notizia. Silvia Romano è libera. Lo Stato non lascia indietro nessuno”, annuncia in un post sui social il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che manda poi “un abbraccio alla sua famiglia”. “E un grazie alla nostra intelligence, all’Aise in particolare, alla Farnesina e a tutti coloro che ci hanno lavorato”, scrive il ministro.

Silvia Romano, cooperante italiana di 24 anni, si trovava a Chakama, a pochi passi da Malindi, in Kenya, insieme all’associazione Africa Milele per portare avanti un programma di aiuti umanitari. Il 20 novembre del 2018 però improvvisamente Silvia scompare. Ma subito si capisce che è un rapimento: della ragazza si perdono le tracce subito dopo un attacco a suon di kalashnikov nel quale restano ferite 5 persone. Un episodio, questo, non raro qui, in una zona del Paese africano dove gruppi di fondamentalisti islamici con base in Somalia si rendono protagonisti di frequenti incursioni.