Sono passati pochissimi giorni da quando in Prefettura a Trapani si è svolta una riunione operativa per affrontare la questione tra Prefetto e Comandanti della Polizia Municipale dei diversi comuni della provincia. Così la Giunta municipale di Castelvetrano non ha perso tempo e ha approvato la proposta per modificare il Regolamento comunale di Polizia urbana. La questione è l’introduzione del Daspo urbano, nato col decreto Minniti del 2017 e riveduto e ampliato dal decreto Sicurezza del 2018 firmato dall’ex Ministro dell’Interno, il leghista Matteo Salvini.

Lo strumento estende la possibilità agli agenti della Polizia Locale di imporre il Daspo (strumento di competenza del Questore), ovvero l’allontanamento a chi bivacca, consuma bevande alcoliche o agli accattoni, in determinate aree della città che verranno individuate. Si tratta di luoghi già considerati “caldi”. Affinché si possa mettere in atto, è necessario modificare il Regolamento comunale di Polizia municipale, il cui ultimo “ritocco” risale al 2011. Proprio su proposta del Comandante Marcello Caradonna, la proposta di modifica è già arrivata in Giunta ricevendo l’ok. Ora toccherà al Consiglio comunale modificare o meno il Regolamento.