articolo 4Il Gruppo consiliare dell’Art. 4 nell’ambito delle opportunità occupazionali che nel nostro territorio potrebbero avviarsi a beneficio di quanti hanno da sempre investito ed operato nel Settore del Turismo e non solo, intende rendere noto a tutti coloro che ne fossero eventualmente interessati di un bando Regionale di prossima pubblicazione e relativo alla “realizzazione di attività finalizzata alla creazione di itinerari turistici dedicati al segmento “natura” nell’ambito del progetto di eccellenza – art. 1, comma 1228 della Legge 296/96 – denominato Progettazione e realizzazione di itinerari per la valorizzazione del turismo naturalistico”.

Nello specifico il progetto si pone come obiettivo generale il posizionamento del territorio siciliano sul segmento del mercato turistico attraverso azioni mirate di specializzazione e diversificazione territoriale, ed in particolare di:

1. incrementare il flusso dei visitatori nazionali ed internazionali per motivazioni di viaggio legate alla “natura” e sostenere la destagionalizzazione;

2. sviluppare l’offerta turistica regionale salvaguardando e valorizzando il patrimonio di rarità ed unicità dell’ambiente e del paesaggio siciliano;

3. creare e/o ampliare il sistema di rete dell’offerta turistica;

4. concepire e realizzare proposte turistiche mirate e concretamente spendibili sul mercato.

 

Secondo le finalità contenute nell’avviso le iniziative, pubbliche e private, dovranno sviluppare un efficiente sistema di accoglienza oltre a promuovere la creazione, la promozione e la commercializzazione di un prodotto turistico integrato dedicato al segmento “turismo naturalistico”.

L’importo dell’aiuto concesso ad una medesima impresa non potrà superare i 200.000,00 euro nell’arco di tre esercizi finanziari.

Potranno inoltre essere oggetto di sostegno gli interventi relativi allo sviluppo economico e alla promozione territoriale, alla qualificazione e/o riqualificazione delle risorse umane e alla comunicazione e promozione integrata.

Nel dettaglio, saranno pertanto ritenute coerenti alle finalità progettuali le seguenti attività:

  • censimento, monitoraggio e messa in rete delle risorse naturali, ambientali, culturali, ecc.
  • rafforzamento delle filiere produttive nel turismo anche attraverso la realizzazione di infrastrutture leggere e/o strumenti di fruizione (segnaletica, sentieristica, roadbook, QR code, ecc.);
  • interventi finalizzati all’innovazione e/o all’accrescimento dello standard dei servizi offerti al turista;
  • attività di formazione specialistica e seminariale e di assistenza tecnica agli operatori;
  • micro interventi materiali aziendali (insegne, bacheche, piccole attrezzature, ecc.)
  • realizzazione di pacchetti turistici tematici integrati attraverso l’organizzazione di eventi specifici finalizzati alla promozione del prodotto “natura”;
  • azioni di promozione e promo – commercializzazione.

Inoltre, per l’ottenimento dei benefici potranno presentare istanza sia i soggetti pubblici (es.: amministrazioni locali e provinciali) che i privati in forma associata (es.: associazioni – organizzazioni no profit – agenzie di viaggio – imprese di ristorazione, ecc.).

Le proposte progettuali dovranno altresì prevedere il coinvolgimento di almeno 5 soggetti pubblici e/o privati, del comparto turistico, all’interno di una area geografica del territorio regionale comprendente 5 diversi ambiti comunali e non saranno ammessi i partenariati costituiti da soli soggetti pubblici.

In riferimento ai criteri di selezione posti dall’amministrazione regionale, non saranno presi in considerazione al fine della formazione delle graduatorie i progetti che avranno conseguito un punteggio inferiore a punti 60.

 

Il consigliere comunale: arch. Tommaso Bertolino