sergio mattarella italia

Una bella sforbiciata per tutti i consiglieri e funzionari – come si legge su ilfattoquotidiano.it – che per decenni hanno scorrazzato sulle vie di Roma e dell’Italia intera a bordo delle auto targate Quirinale.

Salvo pochissime eccezioni, gli altri potranno utilizzare l’auto blu esclusivamente per ragioni di servizio e in orario d’ufficio. Ecco le novità che spuntano dal nuovo regolamento per l’assegnazione dell’uso della auto blu voluto dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Un regolamento entrato in vigore il 4 marzo scorso e che sta già sconvolgendo le consolidate abitudini della casta quirinalizia. Da anni questo generoso servizio era finito sotto il fuoco delle polemiche. E se ne era chiesto il ridimensionamento. Ma a parte qualche vaga promessa la questione era poi caduta nel vuoto.

Era per esempio il 2007 quando l’allora presidente Giorgio Napolitano aveva fatto trapelare i suoi propositi di ridimensionamento del trattamento spettante agli ex capi di Stato. Una serie di privilegi, dalla segreteria al guardarobiere, dalla scorta al maggiordomo che forti polemiche avevano scatenato in seguito alle rivelazioni dei giornali. Passata la bufera, però, le cose erano rimaste immutate. Mattarella, invece, appena qualche settimana dopo l’arrivo al Colle, è passato direttamente ai fatti.