Essepiauto

Il Tribunale per i Diritti del Malato vuole ringraziare pubblicamente tutti coloro che si sono adoperati nell’intenso impegno dell’importante percorso di promozione e sensibilizzazione iniziato domenica 29 ottobre con “Un calcio alla leucemia” un quadrangolare d’ eccezione organizzato dal Tribunale per i Diritti del Malato sez. Castelvetrano e dall’Associazione LA RIVISTA di Nino Romano.

Un affettuoso ringraziamento va alle squadre che hanno giocato con impegno e forte senso di solidarietà, la squadra dell’ Ospedale Vitt.Emanuele II di Castelvetrano con i suoi medici infermieri ed Oss, la squadra di Sicilia Cabaret con Ivan Fiore, Lupetto, i Badaboom, i 4 gusti, Akiz, Chris Clun. Le squadre, Vecchie glorie della Folgore, ASCivitas, Amatori Calcio, la squadra Vecchie Glorie della Folgore ed Amatori Calcio.

Ringraziamo anche i piccoli giocatori di scuola calcio Sporting Campobello di mazara e la Fair Play di Castelvetrano che hanno portato tanta allegria e spensieratezza in campo. Un ringraziamento particolare va a Vito Calderone ed il suo gruppo per aver ripulito con grande dedizione il campo da gioco rendendolo idoneo per una importante giornata.

Un quadrangolare che ha parecchio divertito i presenti grazie a due cronisti d’ eccezione, l’ esilarante contributo dell’attore Dario Veca ed il grandioso Salvatore Di Benedetto supportati dalla bravissima presentatrice a bordo campo Felicia Di Pasquale.

Si ringraziano le autorità sanitarie, la Dott.ssa Carla Marino ed il Dott. Vincenzo Leone del U.O Ematologia dell’Ospedale di Castelvetrano ed il Commissario straordinario Dott. Giovanni Bavetta ASP9 Trapani che hanno premiato le squadre.

Un ringraziamento va agli ospiti dei due eventi, l’ autrice del libro “DONO” Emanuela Imprescia di Bolzano ed il figlio Ale Polì, salvato dalla leucemia grazie al dono di uno sconosciuto, il quale ha calciato il tiro d’ inizio del quadrangolare. Si ringraziano in modo particolare anche i Club Service ed Associazioni Rotary, Lions, Fidapa, Fildis, Uciim, Kiwanis Selinunte, Palma Vitae, Progetto Triscina e CRI per essere stati sempre presenti e di sostegno contribuendo alla buona riuscita di entrambi gli eventi.

Grazie ad “Un calcio alla leucemia” sono stati raccolti oltre € 2.000,00 che saranno devoluti interamente al reparto di ematologia dell’Ospedale castelvetranese per il benessere e la cura dei pazienti leucemici. Il 31 ottobre l’ impegno e la sensibilità della città si sono dati appuntamento presso i locali di AREA14 a Castelvetrano in un importante, informativo e toccante incontro “MI DONO, La cultura della donazione a sostegno della scienza” organizzato dal Tribunale per i Diritti del Malato, Salvatore Di Benedetto di AREA14 ed i Club Service Rotary, Lions, Fidapa, Kiwanis Selinunte, Uciim, Fildis, Palmae Vitae ,CRI. che ringraziamo per aver sposato e sostenuto l’ iniziativa.

Un convegno che ha visto la presenza di importanti relatori quali il Dott.Leone Dir. U.O Ematologia del Vitt.Emanuele II di Castelvetrano, il Dott. Renato Messina Dir. SIMT del S.Antonio Abate di Trapani , il Presidente Regionale Admo Dott. Gaetano La Barbera, il Consigliere Regionale AVIS nonche’ Presidente AVIS Castelvetrano Dott. Salvatore Stuppia moderati egregiamente da Salvatore Di Benedetto, un contributo prezioso e’ stata la testimonianza della scrittrice Prof.ssa Emanuela Imprescia, la quale con le sue dolci e semplici parole talvolta spezzate dall’ emozione, ha catturato l’ attenzione di tutti i presenti raccontando la propria esperienza da donatrice di midollo e da mamma di un bambino di 4 anni affetto da una gravissima leucemia, salvato dopo tante sofferenze dal dono di una sconosciuta. Testimonianza che ha più volte scatenato applausi come segno di ringraziamento e vicinanza a quel racconto che non era di pietà o dolore, ma parole di speranza e di vita.

Non è mancato il caloroso contributo dell’Attore Dario Veca che con grande professionalità è riuscito in poche e discrete battute a far ridere di cuore l’ intera platea fra medici, alunni e cittadini a cui va un caloroso ringraziamento.

Il percorso di promozione e sensibilizzazione castelvetranese è stato un successo, il sentito impegno da parte della cittadinanza è arrivato a farsi sentire a livello nazionale ed è anche arrivato ai genitori della piccola Elisa, bimba di 3 anni, al momento ricoverata presso il BambinoGesu in attesa di un midollo osseo. Il papà giorni fa ha ringraziato l’ impegno della cittadinanza.

Ma un altro immenso traguardo è grazie al Dott. Salvatore Stuppia Consigliere Regionale AVIS, il quale prontamente metterà i locali AVIS di Castelvetrano come centro riferimento per la tipizzazione, coordinato dal Dott. Renato Messina dell UO Trasfusionale S.Antonio Abate di Trapani e dal Dott. Vincenzo Leone del U.O Ematologia dell’Ospedale di Castelvetrano. La città ha dimostrato immensa sensibilità ed altruismo davanti a grandi sofferenze, davanti ad uno dei tumori più aggressivi e spietati che colpiscono maggiormente i bambini, nel mese di ottobre, mese simbolo di prevenzione ai tumori, ha deciso di dare un forte calcio alla leucemia ed è riuscita a fare goal nel cuore di tutti.

Grazie a tutti voi.