Dopo le recenti esibizioni in Spagna, Francia, Olanda e Malta, Carl Cox è pronto per l’esclusiva tappa a Selinunte. L’artista di fama internazionale sarà infatti il protagonista di “Musica & Legalità”, il progetto ideato otto anni fa dalla testimone di giustizia Valeria Grasso che porta tra i templi del Parco Archeologico più grande d’Europa, la seconda tappa del Selinus Music Festival che vede la palermitana Unlocked alla direzione artistica in collaborazione con Record Eventi e con il supporto di Adp Management.

La prevendita dei biglietti è stata un successo. Sono stati venduti biglietti anche in località fuori dai confini italiani. Domani si attendono a Selinunte, giovani Milano, Berlino, Barcellona, Amsterdam ed altre città europee.

Il luogo scelto per il progetto patrocinato dal Ministero della Salute non è casuale. Il comune di Castelvetrano è considerato infatti un luogo simbolico da cui lanciare un messaggio di legalità, di lotta alle dipendenze e alla mafia, di cui Musica & Legalità è portavoce. “La droga è sempre stata un’importante fonte di reddito per la criminalità organizzata – spiega Valeria Grasso -. Il mio progetto, che poi è il progetto dei tantissimi giovani e degli importanti artisti di fama internazionale che lo hanno sposato, ha l’ambizione di liberare le nuove generazioni da tunnel che portano solo alla morte”.

In foto Carl Cox a Selinunte con Vincenzo Grasso, socio di Unlocked e responsabile della produzione del Selinus Music Festival

Proprio in occasione del festival, a Selinunte, tutto intorno al parco archeologico cambierà la viabilità. Il piano, messo a punto dalla Polizia Municipale, prevede l’accesso dei veicoli dalla S.S. 115 per chi proviene dalla A 29 e dalla via Cavallaro per quelli che provengono dalla provincia di Agrigento, tra Menfi, Sciacca e Ribera -. Le aree di parcheggio verranno indicate dalla Polizia Municipale e il flusso veicolare verrà indirizzato verso la via Cavallaro – strada panoramica che verrà utilizzata come area parcheggio insieme alla via Pindaro e alla via Pitagora. Ai pullman è riservata l’area intorno alla via Persefone, proprio di fronte Agorazein.

Le ambulanze saranno posizionate in prossimità della della S.S. 115, all’altezza della via Persefone, e nei pressi dell’area parcheggio di via Cavallaro. Inoltre sono previsti due sbarramenti: il primo lungo la S.S. 115, all’altezza dell’Arco Trenta Salme, il secondo nella strada panoramica di via Cavallaro.
L’evento, che ha il patrocinio della Regione Siciliana e del Comune di Castelvetrano, è stato realizzato in sinergia con il Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa oggi diretto da Bernardo Agrò. È stato proprio il neo direttore del parco ad aver rivisitato la planimetria per far sì che venissero valorizzati ancora di più i templi.

È vietato portare all’interno del parco borse e zaini di grandi dimensioni, spray, trombe sonore, caschi, ombrelli, bastoni, selfie stick, skateboards, bici, bottiglie di vetro e di plastica contenenti liquidi, oggetti in vetro, lattine in alluminio, droghe e sostanze stupefacenti, bevande e cibo, armi, coltelli, oggetti appuntiti, droni, laser, torce, giochi pirotecnici, materiale infiammabile, indumenti o banner offensivi, volantini, poster e materiale pubblicitario.