Da circa 15 giorni la piazza principale di Selinunte è attraversata da un flusso d’acqua continuo che va dalla fine della via Aristosseno al mare. Si tratta di una perdita d’acqua che spunta prepotentemente da sotto l’asfalto.

Sembra una specie di piccolo geyser freddo, tanto che qualcuno, forse per dignità, lo ha coperto con un pezzo di marmo. Dopo continue segnalazioni, pare che i residenti abbiano visto sfilare due sopralluoghi tecnici, che però al momento non hanno dato alcun risultato.

Se consideriamo che spesso alcune case, non avendo sufficiente acqua corrente, sono costrette a servirsi di autobotti, questo spreco del “prezioso liquido”, come da qualche anno viene chiamata l’acqua qui in Sicilia, non mette certo di buon umore quella fetta di cittadini che è costretta a risparmiare l’acqua per paura di rimanerne senza.

Di certo però 15 giorni sono troppi. Per tutti.

Egidio Morici
www.500firme.it