cristaldi-pompeo

Dopo anni di scaramucce i due leader trapanesi sotterrano l’ascia di guerra. l’ex sindaco di Castelvetrano ritira la querela nei confronti del primo cittadino di Mazara del Vallo, Nicola Cristaldi per i fatti accaduti nel luglio del 2010.

Tutto accadde, in occasione dell’assemblea dei sindaci della “BELICE AMBIENTE”. Pompeo querelò Cristaldi per la sua reazione intemperante avvenuta nel corso dei lavori . Le accuse di Pompeo verso Cristaldi erano pesanti.” minaccia e ingiuria” perpetrata nei suoi confronti da parte di Cristaldi nella funzione di primo cittadino.Ieri , innanzi il Tribunale di Marsala, dove Cristaldi era chiamato quale imputato, l’ex sindaco di Castelvetrano Pompeo, ha rimesso la querela, accettando le pubbliche scuse dell’attuale sindaco di Mazara del Vallo

“Cristaldi ha apprezzato- afferma il difensore di Cristaldi Baldassare Lauria- la signorilità di Gianni Pompeo sottolineando il rinnovato clima che si è instaurato tra i due politici e che ha consentito la chiusura di una spiacevole vicenda”

In sintesi, si chiude una vicenda giudiziaria ma anche politica. Da quel luglio 2010 tutto è cambiato. Adesso, Pompeo e Cristaldi potrebbero guardare nella stessa direzione politica. Cristaldi ha già annunciato il suo passaggio in Forza Italia, mentre Pompeo ha lasciato l’UDC e voci autorevoli della politica locale lo indicano verso il possibile avvicinamento al progetto di Berlusconi. Il ritiro della querela di parte contro Cristaldi, potrebbe essere un segnale di un rinnovato rapporto politico tra i due. Chi conosce bene Cristaldi, sa che l’ex presidente dell’ARS, difficilmente si scusa con i suoi avversari.