auguri messina denaro 2Rabbia e sconcerto per l’ennesima pagina Facebook che inneggia il latitante Matteo Messina Denaro. Non è la prima volta che certi individui creano sui social network dei luoghi virtuali per esprimere apprezzamento verso la cultura mafiosa .

Questa volta arrivano anche gli auguri di buon natale e di “Buon Anno” con tanto di cuoricini rossi su una foto di uno dei latitanti più ricercati al mondo, appunto Matteo Messina Denaro.

Ancora una volta ho stappato bottiglie di (Champagne) A fiume. – scrivono gli autori della pagina – Buon anno a tutti gli (Amici) tranne che gli “INFAMI”.

Ah dimenticavo: Faccio il mio carissimo augurio di buon anno allo stato italiano con un messaggio: “MORTE A VOI E SALUTE A MIA”.

Parole che lasciano sgomenti in modo particolare perchè condivise anche da diverse centinaia di utenti che senza nascondere il proprio volto ed il proprio nome, riempiono di LIKE la foto e messaggi condivisi dalla pagina facebook

Non è rimasta indifferente Elena Ferraro, imprenditrice castelvetranese che ha denunciato alle autorità le persone che hanno provato a corromperla.

Sono indignata e amareggiata per l’esistenza di tale pagina che denota i limiti ristretti delle menti che l’hanno creata. Mi disgusta ancora di più vedere che è seguita da migliaia di persone, segno che tale criminale ha ancora un forte seguito, anche se pare evidente che lo trova tra persone con disagi di varia natura.

Ho provveduto alla segnalazione alle autorità competenti ed auspico che la parte migliore di castelvetrano condivida l’indignazione di chi vive e segue la via della giustizia.

Giunge anche il commento del Sindaco di Castelvetrano Selinunte, Felice Errante

Sconcerto, indignazione e tristezza nel leggere quale livello di subcultura può ancora serpeggiare nella nostra città. Un manipolo di disadattati, non sono secondo me semplici idioti, non può costringere una comunità sana a dovere replicare a tali nefandezze.

Faccio veramente fatica, prima da cittadino, poi da sindaco a comprendere come si possa inneggiare ad un criminale. Ma cosa ancor più grave come si fa ancora a poter ritenere che la mafia sia una risorsa per un territorio che è stato, invero, dalla stessa sempre saccheggiato e mortificato.

Confido nelle forze di polizia e nella magistratura inquirente perché possa presto fare luce sull’ennesimo tentativo volto a mortificare quanti quotidianamente si spendono per l’affermazione della cultura della legalità.

Ecco un’altra screenshot della stessa pagina facebook
auguri messina denaro