Sono stati eletti i nuovi vertici del Consorzio Trapanese per la legalità e lo Sviluppo. Nuovo presidente è il sindaco di Paceco Giuseppe Scarcella, subentrato al sindaco di Partanna Nicolò Catania che aveva guidato l’ente negli ultimi tre anni. Nuovo direttore generale è stato indicato Antonella Marascia, Segretario generale del Comune di Mazara del Vallo, che succede a Bernardo Triolo. Per il Consiglio di amministrazione sono stati scelti lo stesso segretario del Comune di Marsala Bernardo Triolo e l’ex presidente dei Tribunali di Marsala e Trapani Roberto De Simone, un terzo componente sarà nominato nei prossimi giorni in rappresentanza della Prefettura.

Alla seduta sono stati presenti oltre ai sindaci di Partanna e Paceco, l’assessore del Comune di Marsala Clara Ruggieri, il sindaco di Castelvetrano Enzo Alfano, l’assessore del Comune di Mazara Vincenzo Giacalone, l’assessore del Comune di Alcamo Vito Lombardo, il sindaco di Campobello di Mazara Giuseppe Castiglione e i primi cittadini di Calatafimi e Vita Antonino Accardo e Giuseppe Riserbato.

Il Consorzio per la legalità e lo sviluppo, al quale aderisce anche la Prefettura, riunisce i comuni dell’ex Provincia ora Libero Consorzio comunale di Trapani, con l’obiettivo di diffondere la cultura della legalità attraverso azioni e strumenti di sensibilizzazione e promozione soprattutto nelle aree ad alto tasso di criminalità e inoltre provvede alla concessione a titolo gratuito dei beni confiscati. Del Consorzio fanno parte i 12 comuni di Partanna, Castelvetrano, Alcamo, Calatafimi-Segesta, Campobello di Mazara, Castellammare del Golfo, Erice, Mazara del Vallo, Marsala, Paceco, Salemi e Vita.