Sbarco autonomo questa mattina nel Ragusano, tra Caucana e Casuzze. Si tratta di un piccolo peschereccio di legno di una decina di metri, con una cabina al centro. Dalla imbarcazione sono scesi una quarantina di migranti, a pochi metri dalla battigia, in acque basse.

I migranti si sono dileguati a piedi ma sono stati rintracciati dalle forze polizia che erano state allertate. Intanto arrivano segnalazioni dai cittadini per avvistamenti in zona.

Il Sindaco di Ragusa, Giuseppe Cassì a seguito dello sbarco ha dichiarato: “Ciò che è accaduto stamattina, con lo sbarco di circa 40 migranti, tutti fermati e identificati, direttamente su una spiaggia a pochi chilometri dal nostro territorio, è un fatto grave”.

Il primo cittadino ha aggiunto: “Non è ammissibile l’assenza di un controllo capillare delle nostre acque, specie in un momento in cui sono stati riscontrati diversi casi di positività al Covid-19 tra persone arrivate sul nostro territorio irregolarmente e quindi al di fuori dai protocolli sanitari”. L’appello e’ che il “Governo nazionale non lasci i territori da soli di fronte a un fenomeno che non puo’ essere contrastato dai Comuni, a tutela tanto dei cittadini quanto degli stessi migranti”. fonte. AGI