ASCOLTA L'ARTICOLO
World Games 2022 – Birmingham (Alabama). Un altro sogno nel cassetto di Sara Messina Denaro e Mario Cecinati è diventato realtà. I Campioni del Mondo di Danza Sportiva in carica hanno, infatti, rappresentato l’Italia ai World Games e sono riusciti a riportarla ai vertici, conquistando la semifinale nella disciplina dei Latino-Americani.
Rappresentare la propria Nazione con orgoglio e riportarla ai vertici nelle migliori 12 coppie dei Giochi Olimpici di Danza Sportiva non ha prezzo – commenta, commosso, Mario Cecinati – Per noi è stata un’esperienza unica, nuova e fantastica. Vedere il pubblico in delirio per me e per Sara, sentire la curva il gridare il nostro numero, sono emozioni pazzesche che auguriamo ad ogni atleta di poter raggiungere. Ringraziamo la nostra Federazione per averci dato questa meravigliosa opportunità”.
Da direttori della scuola di danza “Dancing for a Dream” Sara e Mario hanno di recente lasciato a bocca aperta il numeroso pubblico accorso al Teatro “Franco Franchi e Ciccio Ingrassia” di Triscina per assistere al saggio di chiusura della stagione. Se già allora l’emozione dei maestri e ballerini era grande, ben possiamo immaginare quanto incredibile debba essere stato per loro, Campioni del Mondo in carica, rappresentare l’Italia ai World Games.
Un grazie speciale va a tutte le persone che ci hanno supportato da casa, alle nostre famiglie, agli amici amici, gli allievi, i fan, guardando in streaming tutta la notte la nostra competizione nonostante ci fossero 7 ore di fuso orario. Grazie per il supporto e i fantastici messaggi ricevuti, eravate in tantissimi, lontani ma molto vicini – prosegue Mario – Le emozioni che si provano in quella pista, la capacità di stare al passo con gli altri, la determinazione e la costanza nel mettersi in gioco con le leggende che hanno scritto la Storia della Danza: tutto questo è ben più importante di vincere una medaglia. Oggi io Sara abbiamo scritto un pezzo di Storia Italiana, orgogliosi e fieri della nostra Danza, ora ci prendiamo una meritata settimana di vacanza in America e poi ricominciamo con il duro lavoro”.
AUTORE.