ASCOLTA L'ARTICOLO

Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Sciacca ha disposto il rinvio a giudizio di D.S.G., 40 anni di Santa Ninfa, accusato di tentata violenza sessuale ai danni della 25enne A.G. I fatti oggetto dell’imputazione risalgono al novembre 2021: il giovane avrebbe provato a compiere atti sessuali ai danni della ragazza che si sarebbe prontamente difesa. All’imputato, inoltre, viene contestata la recidiva reiterata specifica. Nel corso del processo si dovrà accertare se l’uomo, all’epoca dei fatti, era in grado di intendere e volere. Tramite una perizia disposta dal pubblico ministero sarebbero emerse criticità sulla condizione mentale dell’imputato.

A difendere la giovane costituitasi parte civile è l’avvocato Maria Bianco (in foto): «La denuncia della mia assistita ha, potenzialmente, evitato che le condotte oggetto della stessa denuncia potessero ripetersi ai danni di altre ragazze». E poi l’avvocato rivolge un invito a tutte le donne oggetti di qualsiasi forma di violenza: «Contattate le forze dell’ordine, un avvocato o i centri antiviolenza; in ogni caso, confidatevi con qualcuno». La prima udienza si terrà il prossimo 15 febbraio presso il Tribunale di Sciacca.

AUTORE.