ASCOLTA L'ARTICOLO

Torna il progetto di sostegno economico alle persone disagiate che, in cambio di alcune prestazioni utili per la collettività, otterranno dal Comune un assegno mensile per sette mesi, dalla fine di ottobre al 31 maggio 2023. L’amministrazione ha già approvato gli atti e gli uffici hanno pubblicato l’avviso per la selezione. Saranno una ventina le persone che verranno scelte ed utilizzate per far fronte a particolari esigenze dell’ente: nel servizio di mensa scolastica, in quello di scuolabus, nella pulizia dei locali municipali. Il progetto è rivolto ai cittadini abili al lavoro che, per particolari situazioni, versino in condizioni di disagio socio-economico. I richiedenti dovranno essere residenti a Santa Ninfa da almeno un anno, avere un «Isee» che non sia superiore a 7.000 euro, un’età tra i 18 e i 65 anni. I beneficiari del reddito di cittadinanza potranno prestare l’attività esclusivamente a titolo gratuito.

«L’investimento dell’amministrazione – spiega l’assessore ai Servizi sociali, Rosario Pellicane – ottiene un doppio risultato: si dà un reddito minimo a chi ne ha particolarmente bisogno e al contempo si potenziano i servizi municipali».

Le domande andranno presentate all’Ufficio Protocollo del Comune entro lunedì 10 ottobre. Per il ritiro della modulistica ci si può rivolgere ai Caf presenti in città o consultare il sito internet dell’ente (www.comune.santaninfa.tp.it).

AUTORE.