Essepiauto
sade mangiaracina sanremo

Sade Mangiaracina

 

Partirà giorno 10 febbraio la 65ª edizione del Festival di Sanremo. Tra i partecipanti, anche la giovane castelvetranese Sade Mangiaracina che accompagnerà sul prestigioso palco, l’artista toscana AMARA che sarà in gara per le nuove proposte con “Credo”, un brano da lei definito come una preghiera d’amore.

Un tassello molto prestigioso per Sade, per lei è la prima partecipazione al più importante evento musicale italiano. Negli scorsi anni ha seguito un progetto con la strepitosa Simona Molinari che ha portato l’artista castelvetranese in giro per il mondo da New York a Mosca. La Molinari si è esibita la scorsa estate all’interno del Parco Archeologico di Selinunte per l’ultima edizione del Selinunte Jazz Festival, evento del quale Sade Mangiaracina e stata una dei fondatori.

Sto vivendo un’esperienza meravigliosa – ci racconta Sade – Siamo stati 4 giorni a Sanremo per le prove, l’atmosfera che si respira ti inebria e ti fa venire voglia di non ripartire. I musicisti dell’orchestra sono fra i più bravi provenienti da tutta Italia e mi fanno sentire a mio agio!”

 

Sade Mangiaracina - Simona Molinari - Patrizia Vivona

Sade Mangiaracina – Simona Molinari – Patrizia Vivona

 

SADE MANGIARACINA – Breve Biografia

E’ nata a Castelvetrano. A 7 anni ha iniziato lo studio del pianoforte classico, a 13 anni consegue il diploma di solfeggio, a 15 anni il diploma di quinto anno e il sesto grado alla Royal School of music di Londra.

Dai 9 ai 18 anni ha partecipato a diversi concorsi nazionali e internazionali di musica classica (secondo premio al concorso nazionale isola di Pantelleria, terzo premio al concorso nazionale Vanna Spadafora, primo premio assoluto al concorso nazionale Tonino Pardo oltre al premio speciale quale più piccola partecipante, primo premio al concorso nazionale città di Alcamo).

Appena finito il liceo classico si è trasferita a Roma per studiare jazz presso la scuola Percentomusica diretta da Massimo Moriconi dove si è diplomata nel 2007 con il massimo dei voti. In questi anni ha preso parte a molti progetti musicali, oltre la collaborazione con Laura Lala, con artisti del calibro di Luca Aquino, Simona Molinari, Pino Cangialosi, per lo spettacolo “Li Romani in Russia”, Violet trio, esibendosi spesso a Parigi e al jazz festival di Marciac e di St Germain des Pres e di Oloron ed aprendo i concerti di Dionne Warwick durante il suo tour italiano suonando in teatri come il “Sistina” di Roma o i teatri di Pescara e di Napoli.

Nell’estate 2008 suona assieme al trombettista Fabrizio Bosso al jazz festival di Castelbuono che ha anche registrato con lei nel primo album uscito a suo nome con le sue composizioni originali uscito a maggio 2009 per l’etichetta Philology. Suona con il giovane batterista quindicenne palermitano Gianluca Pellerito, insieme al sassofonista newyorkese Michael Rosen, suona anche in trio con il bassista Massimo Moriconi al Selinunte jazz festival.

Attualmente lavora in diversi progetti di cui uno con la cantante palermitana Laura Lala (Pure Songs). Numerose le collaborazioni con la nota cantante Simona Molinari. Sade è figlia d`arte, suo padre è il maestro Nicola Mangiaracina, molto conosciuto per il suo lungo impegno musicale segnato da tanti successi riscossi nel territorio belicino.