Sono state poste sotto sequestro la salma e la cartella clinica della giovane tunisina, S.N. di 29 anni, trovata morta ieri mattina nel letto del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano. Il marito della ragazza ha presentato denuncia ai carabinieri di Castelvetrano che ora conducono le indagini. Quando i carabinieri sono arrivati col provvedimento di sequestro la salma si trovava ancora chiusa nella sala mortuaria del nosocomio.

I militari dell’Arma hanno provveduto anche ad acquisire agli atti la cartella clinica della signora, dove sono annotati tutti i passaggi (con gli orari), dal ricovero tramite Pronto soccorso, sino al parto cesareo e poi i vari controlli effettuati anche in reparto. L’Asp Trapani, intanto, ha aperto una sua inchiesta interna. Già ieri mattina l’azienda aveva preso contatti con l’Istituto di medicina legale del Policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo per effettuare l’esame autoptico. Ora, con l’inchiesta avviata dalla Procura di Marsala e delegata ai carabinieri, è presumibile che l’autopsia venga richiesta dalla stessa Procura.