ASCOLTA L'ARTICOLO

Smartphone, telefonino, cellulare. Lo chiamiamo in tanti modi e lo usiamo in ogni momento della nostra vita. È quell’aggeggio che ci sveglia alla mattina, ma di fatto anche il primo oggetto che ci ritroviamo in mano appena svegli, ancora con gli occhi gonfi di sonno.

Per prima cosa spegniamo la sveglia e in pochi secondi già ci troviamo a scrollare la home del nostro social network preferito. Controlliamo le novità su Facebook, le storie degli amici su Instagram e magari la discussione riguardante qualche tema scottante su Twitter.  Scorriamo velocemente le notifiche per controllare i messaggi su WhatsApp e Telegram, un’ultima controllata alle e-mail per essere sicuri che al lavoro non ci siano novità, et voilà, sono già passati 45 minuti. In quelli che ci sono sembrati solo pochi attimi, lo smartphone è già diventato il protagonista della nostra mattinata e, probabilmente, della nostra giornata.

A confermare queste abitudini sono proprio le statistiche, che mostrano dati di utilizzo, in forma anonima, del proprio dispositivo. La media si aggira intorno alle 5 ore al giorno, per un totale complessivo di 1824 ore che equivalgono a ben 76 giorni all’anno. E non si tratta di una crescita lenta e lineare, bensì rapida ed esponenziale che vede un maggiore utilizzo in coloro che hanno superato i 30 anni, con un 30% in più, rispetto al +16% della generazione Z e al +18% dei millennials.

Come usiamo lo smartphone?

La domanda sorge spontanea, come utilizziamo veramente il nostro smartphone? Lo utilizziamo per combattere la noia, per controllare notifiche importante e rispondere ad e-mail e messaggi, o siamo invece completamente assuefatti dalle notifiche?

Esistono diverse applicazioni sugli store che permettono di monitorare il tempo trascorso sullo smartphone. Ma un ultima aggiunta da parte di Google per il sistema operativo Android, molto interessenta, è diventata subito app di sistema con gli ultimi aggiornamenti. L’app chiamata Benessere Digitale è stata ideata per trovare il giusto equilibrio nell’utilizzo del telefonino. Infatti, grazie a questa applicazione, è possibile tenere sotto controllo il tempo di utilizzo, impostare timer (allo scadere dei quali non sarà più possibile utilizzare le applicazioni selezionate) per diminuire l’utilizzo dei social o di altre app che vediamo elencate nella Main Board, con i relativi tempi di utilizzo. Si possono controllare i numeri di sblocchi complessivi e le notifiche arrivate. Inserire la modalità di riposo, evitare distrazioni e inserire notifiche che ricordano all’utente di “guardare avanti” mentre è intento a camminare con il telefono in mano.

L’applicazione, presente anche in versione beta, è stata creata proprio per permettere alle persone di concentrarsi su quello che è veramente importante: come il lavoro e la famiglia, evitando distrazioni provenienti dal proprio smartphone. L’intento è quello di agevolare le persone a crearsi delle tattiche per rimanere concentrati sul proprio presente, evitando distrazioni (se non volute in quel preciso momento). In pratica, un modo per organizzare il proprio tempo durante tutta la giornata: quanto ti rilassi, nel momento in cui sei al lavoro o anche solo per verificare in che modo stai usando il tuo telefono e come puoi migliorare la gestione del tuo tempo. Quest’app va ad aggiungersi alle modalità Zen presenti in vari telefoni, che permettono di mettere in stand-by il proprio telefono per un determinato periodo di tempo.

I giochi più usati su smartphone

Uno dei settori che ha conosciuto uno sviluppo sempre maggiore, grazie all’utilizzo degli smartphone, è proprio quello dell’intrattenimento, ma in modo particolare quello riservato ai giochi online. Sono sempre di più, infatti, i giochi disponibili sui dispositivi mobili, presenti sugli store, o con un portale accessibile da smartphone. Sempre più innovativi e tecnologici, donano un esperienza di gioco all’altezza delle migliori console.

Al primo posto, a partire dal 2020, si è fatto largo il gioco degli scacchi, che ha superato i più classici giochi come Minecraft e League of Legends, che ogni giorno vantano milioni di utenti in tutto il mondo.

Stanno scalando le classifiche anche i giochi relativi ai casino digitali, che grazie ad applicazioni mobili, e interazioni sempre più reali, come per esempio le live, si stanno creando uno spazio sempre più centrale nel mercato digitale. Le proposte al giorno d’oggi sono sempre più numerose ed accattivanti e permettono di accedere a cataloghi che spaziano enormemente tra loro, dalle roulette ai giochi di carte più conosciuti. Il tutto è garantito da sistema di protezione dati e privacy, attuati per garantire la migliore sicurezza di gioco.

Un ultima novità, in questo settore, è proprio la possibilità di giocare live. Questa modalità è stata realizzata per donare agli utenti un’esperienza di gioco ancora più interattiva e reale, dove sono presenti dei live dealer che permettono di giocare in tempo reale a roulette o blackjack. Queste, e tante altre novità, hanno fatto sì che il mondo digitale dei casino fosse una delle realtà più importanti sul web.

 

AUTORE.