Nell’ambito delle attività sociali che da circa 7 mesi questo Comitato sta svolgendo per sollecitare l’attenzione delle istituzioni e dell’opinione pubblica sulle gravi criticità che la comunità castelvetranese è costretta ad affrontare da troppi anni, si è deciso di organizzare una manifestazione pubblica a cui è invitata a partecipare l’intera popolazione, dal titolo “SOS Castelvetrano” dal 1968 al 2019 la terra continua a tremare.

Lo scopo della manifestazione è quello di gridare forte ancora una volta l’avversione al fenomeno mafioso; ma anche la denuncia della comunità castelvetranese contro i gravi disagi sociali che da tempo è costretta a subire. Ciò anche in virtù di una costante rappresentazione mediatica dei fatti negativi, a discapito delle molteplici eccellenze ambientali e culturali che contraddistinguono il territorio del più importante centro della Valle del Belìce.

La legalità fa rima con la libertà e la parte onesta di Castelvetrano sollecita il ripristino di una situazione di normale prestazione dei servizi essenziali per il raggiungimento di un adeguato livello di qualità della vita a cui liberamente ha diritto.

Martedì 15 gennaio la manifestazione avrà inizio alle ore 10.00 dal piazzale Placido Rizzotto dove si riuniranno gli studenti del Liceo Scientifico e dell’Istituto Tecnico Commerciale e da lì muoveranno verso il punto di raduno dei partecipanti in Viale Roma, all’altezza del Parco delle Rimembranze.

Il corteo partirà alle ore 11:00 e si svolgerà proseguendo nello stesso Viale Roma, nel Corso Vittorio Emanuele, dove si aggiungeranno gli studenti del Liceo delle Scienze Umane, nel Sistema delle Piazze, nella Via Fra’ Giovanni Pantaleo, nella Via Selinunte, dove si aggiungeranno i ragazzi del Liceo Classico ,e si concluderà presso l’Ospedale, dove è in programma un flash mob molto particolare nei pressi del Pronto Soccorso, ed una mostra fotografica sul territorio dal terremoto del Belìce ad oggi.

E’ auspicabile la partecipazione delle amministrazioni pubbliche, delle scuole, dei commercianti, artigiani, agricoltori, sportivi, sindacati, associazioni, Club Service, di tutta la popolazione che avverte lo stato di disagio sociale e la necessità di dare inizio ad azioni per un concreto risanamento del territorio, in un contesto di piena collaborazione tra gli abitanti ed i rappresentanti delle istituzioni sia locali che nazionali.

Castelvetrano chiede aiuto; tutti uniti per la sua rinascita!
Comitato Civico – Orgoglio Castelvetranese