Rosy Milazzo lascia il Tavolo anticrisi voluto dall’Amministrazione comunale. La consigliera comunale lo ha annunciato in una nota, nella quale si auspica che la questione possa essere discussa nelle commissioni consiliari e nel massimo consesso civico.

«Il Tavolo – spiega la Milazzo – si è manifestato, a oggi, incapace di proporre soluzioni valide e significative, ma si appalesa sempre di più come un l’ennesimo polverone creato da chi amministra questa città». La Milazzo si era seduta a quel Tavolo «col solo scopo di approntare l’orecchio alle richieste di tutti gli operatori sul territorio e per trovare valide soluzione e così affrontare la grave crisi economico-sociale che tutto il territorio nazionale sta affrontando a causa del Covid 19». Quelle motivazioni, a dire della Milazzo, sono ora venute meno.

La Milazzo ha manifestato, altresì, solidarietà ai gruppi consiliari “Obiettivo Città”, Fratelli D’Italia e “Gruppo Misto”, che sono stati tacciati dal sindaco Enzo Alfano di «soffiare sulle braci della disperazione». «Non è tollerabile in una società libera attaccare chi esprime un diverso pensiero», ha concluso la Milazzo.

Milazzo