Voglimi SELINUNTE

Otto coltellate per guadagnare la fuga. Otto coltellate, delle quali una al cuore, hanno ammazzato questa notte il vice brigadiere Mario Rega Cerciello, 35 anni. E’ successo poco dopo le 3, quando un equipaggio della stazione di piazza Farnese è intervenuto in via Pietro Cossa, nel centro di Roma, per un presunto “cavallo di ritorno” di una borsa, rubata poco prima.

Appena avuta la notizia il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, generale Giovanni Nistri, ha voluto, apprende l’Adnkronos, incontrare i familiari per esprimere loro cordoglio e vicinanza. “Nella sua nuda essenza anche la tragedia più grande è fatta di numeri: il Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega aveva 35 anni, era sposato da 43 giorni e 13 ne erano passati dal suo ultimo compleanno. È morto stanotte a Roma per 8 coltellate, inferte per i 100 euro che i 2 autori di 1 furto pretendevano in cambio della restituzione di 1 borsello rubato. In gergo si chiama ‘cavallo di ritorno'” scrive l’Arma dei Carabinieri su Facebook. “Ma quei numeri non sono freddi – continua il post – sono il conto di un’esistenza consacrata agli altri e al dovere, di una dedizione incondizionata e coraggiosa, di un amore pieno di speranze e di promesse. E la tragedia reca la cifra più alta: l’infinito”. “Il più vivo dolore per una mancanza che affligge 110 mila Carabinieri. Il più vivo cordoglio ai Suoi cari, che stringiamo in un immenso, unico abbraccio”, conclude l’Arma.

Dopo quasi 10 ore davanti ai carabinieri e agli inquirenti Elder Lee, uno dei due giovani americani fermati per l’omicidio del vice brigadiere ha confessato. E’ stato lui, ha detto, ad aver accoltellato 8 volte il 35enne. Resta al vaglio il ruolo del secondo giovane americano, Natale Hjorth. Da quanto si apprende, i due avevano fretta di dileguarsi e sarebbero ripartiti ieri sera per gli Stati Uniti con un volo da Roma. Da qui, la necessità di eseguire il fermo e scongiurare così la fuga. Ma non è tutto: il giovane che ha confessato sarebbe di famiglia molto facoltosa e ha pagato, a quanto apprende l’Adnkronos, il conto dell’hotel di lusso anche all’amico.

fonte. Adnkronos

Mario Rega Cerciello – foto. Facebook