Partecipazione e valorizzazione delle eccellenze, un altro obiettivo raggiunto dall’Istituto che, da molti anni ormai, partecipa ai Giochi Matematici del Mediterraneo (GMM), concorso riservato a tutti gli allievi delle scuole primarie (classi 3°, 4°, e 5°), secondarie di 1° grado e secondarie di 2° grado (classi del biennio).

La prima edizione del concorso risale al 2011, quando Alfredo Guidi, il fondatore dell’A.I.P.M. (Accademia Italiana per la Promozione della Matematica) lanciò la sfida a tutti gli studenti d’Italia e docenti di matematica che con lui hanno condiviso l’idea che la matematica si possa imparare giocando. Da allora, sempre più dirigenti scolastici hanno dialogato con l’Accademia e docenti, spinti da forte motivazione, si sono formati facendo riferimento all’A.I.P.M che nasce per studiare, approfondire e divulgare i temi riguardanti la Matematica.

Le docenti Rosaria Muratore, per la scuola primaria ed Enza Pellicane, per la scuola secondaria di 1° grado, sono state le referenti del progetto che si prefigge lo scopo di mettere a confronto allievi di diverse scuole che gareggiano con lealtà nello spirito della sana competizione sportiva, sviluppando atteggiamenti positivi verso lo studio della matematica.

Come tutte le iniziative in presenza anche i giochi matematici del Mediterraneo del mese di marzo sono stati annullati e successivamente riproposti on-line. La gara si è, quindi, svolta venerdì 5 giugno e ogni alunno ha partecipato “restando a casa”.  Il lavoro instancabile dei docenti, che hanno saputo guidare i loro alunni anche a distanza, con professionalità e dedizione, in un percorso che li ha portati a raggiungere obiettivi cosi importanti, merita un particolare riconoscimento. Un plauso particolare va agli alunni che si sono impegnati instancabilmente mantenendo un contatto sempre attivo e partecipe con i loro docenti, nonostante le difficoltà della situazione attuale.

Passione, impegno ed energia, questi gli elementi che hanno consentito ai nostri alunni di raggiungere l’importante riconoscimento. L’Accademia, come da regolamento, ha deciso di premiare i partecipanti collocandoli in cinque fasce di merito in base al numero di risposte esatte.

Ecco i risultati

Gli alunni della scuola Primaria e secondaria di primo grado hanno ottenuto questi riconoscimenti:

Primaria

1°fascia – classe 5^B “Capuana” Accardi M. Francesca

1°fascia – classe 5^ A “Capuana” Caradonna Giuseppe, Finotti Federico

1° fascia classe 4^A ” N. Atria” Accardo Nick

1°fascia classe 3^A “Capuana” Manfrè Saverio, Mistretta Giuseppe

2° fascia – classe 4^A “Capuana” Nannavecchia Melissa

Secondaria di primo grado

1° fascia classe 1 A Bua Vito

1° fascia classe 1E Sanclemente Samuel

1° fascia classe 2 D Tilotta Giusi e Firenze Giuliano

2°fascia classe 1B Berlino Gianluca

2°fascia classe 3 A Pernice Mariavita

I miei complimenti vanno agli allievi, dai più piccoli della primaria, ai più grandi della secondaria -afferma la prof.ssa Anna Vania Stallone, Dirigente dell’Istituto – Sono onorata dei brillanti traguardi raggiunti dai ragazzi, ma che solo con la guida delle grandi professionalità che vanta il Capuana Pardo, è stato possibile conseguire. Un insegnante è un minatore di talento. Non ha il diritto di estrarlo: ne ha il dovere” afferma Beppe Severgnini, cosa che mi sento di confermare pienamente. Grandi e infaticabili minatori di talenti, i docenti dell’Istituto hanno speso e continuano a spendere con intelligenza e passione la propria esistenza e le proprie energie anche in questo difficile e faticoso momento emergenziale, facendo in modo che la valorizzazione delle eccellenze continui ad essere il fiore all’occhiello di una scuola di qualità.