L’unico Comune della provincia di Trapani che beneficerà delle somme è Campobello di Mazara: 1,4 milioni di euro per mitigare il rischio idrogeologico in contrada Perriera. Ammonta a oltre 18 milioni e mezzo di euro per 7 interventi in Sicilia, la somma disponibile del Piano nazionale per la mitigazione del rischio idrogeologico 2020 (Piano stralcio, Dl 76/2020). Si tratta di progetti immediatamente esecutivi e cantierabili per la messa in sicurezza del territorio dai rischi sempre maggiori derivanti da eventi climatici estremi su aree del Paese particolarmente vulnerabili.

“Si tratta di progetti immediatamente esecutivi e cantierabili – spiegano i deputati della commissione Ambiente all’Ars Giampiero Trizzino, Stefania Campo e Stefano Zito – da sviluppare insieme a tecnici del Ministero che il governo nazionale con il DL agosto ha messo a disposizione dei Comuni e delle Regioni per aiutare le amministrazioni nella progettazione. Con la stessa legge – sottolineano ancora i deputati – al presidente della Regione Musumeci che è anche commissario straordinario del dissesto idrogeologico, sono stati dati poteri straordinari che riducono del 40% i tempi. Morale adesso la giunta regionale non ha più scuse per non far partire i cantieri”. Il Governo centrale anticiperà ai Comuni il 30% della spesa, per permettere l’attivazione di tutta la procedura per la messa in opera del cantiere.