Essepiauto

Sono riprese stamattina le demolizioni nella frazione di Triscina, a Castelvetrano, nell’ambito del progetto della Commissione straordinaria che vedrà demoliti, in questa prima fase, 85 immobili. A finire a terra è stavolta un immobile a due piani, in via 17, di proprietà di Biagio Sciacchitano, che in questi anni si è intestato battaglie per evitare le demolizioni e che ora guida il Comitato “Triscina sabbia d’oro”.

Sciacchitano, con tanta amarezza, stamattina ha assistito all’inizio dei lavori di demolizione del suo immobile che non è riuscito a salvare. La battaglia per salvare Triscina e le case da abbattere sulle quali pendono le ordinanze di demolizione, Sciacchitano l’ha voluta finanche fatta conoscere al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Fu singolare, infatti, la protesta pacifica che lui e un gruppo di abitanti di Triscina fecero, con cappellini bianchi, proprio a Partanna quando lo scorso gennaio Mattarella venne in visita in occasione dell’anniversario del terremoto.