Nella stagione invernale iniziano i raffreddori, seguiti da tosse e spesso da febbre, un periodo che spesso ci mette KO e ci costringe a letto, ma curarsi e salvaguardare la propria salute darà sicuramente i suoi risultati. Uno dei fastidi sicuramente più comuni nel periodo delle influenze è la tosse che irritando il tratto oro-faringeo causa fastidio e bruciore, un tormento che ci limita nelle quotidianità nonostante sia una difesa messa in atto dal nostro organismo per impedire a germi e batteri di raggiungere i polmoni.

Aria troppo fredda oppure troppo calda, allergie, stress, ingestione di sostanze particolari, inalazione di gas, fumi e profumi sono solo alcune delle cause che provocano questo riflesso tanto conosciuto quanto odiato dalla popolazione.

Se non si tratta di un fastidio particolarmente forte per il quale vi invitiamo a rivolgervi immediatamente al vostro medico, ecco alcuni semplici consigli per alleviare il disturbo in maniera naturale con i rimedi tramandati dalle nonne.

Il MIELE: è in grado di stimolare la secrezione di muco e favorirne lo scioglimento, efficace nel trattamento di tosse e mal di gola. Può essere preso puro, o mescolato

TIMO: le foglie delle erbe leniscono la tosse, contribuiscono a rilassare i muscoli tracheali e a ridurre l’infiammazione. È possibile fare un tè di timo mettendo due cucchiaini di foglie di timo sminuzzate in una tazza di acqua bollente per 10 minuti, per poi filtrarla.

ZENZERO: Il potere decongestionante dello zenzero è molto utile nelle malattie da raffreddamento. Una semplice tisana preparata con acqua calda e radice di zenzero è un ottimo rimedio contro i fastidi della tosse. Per alleviare la tosse è utile mantenere l’aria non troppo secca, per questo sono molto utili i suffumigi con acqua e bicarbonato.

Utile inoltre, Gargarismi di acqua salata, semplice rimedio, uno dei più efficaci per il trattamento di mal di gola e tosse grassa. L’acqua salata riduce infatti il catarro e il muco.