Essepiauto

Nella giornata del 30 luglio 2018 il Presidente dell’associazione civico culturale “ORA BASTA”, avv. Concetta Santangelo e il Delegato delle associazioni Codici- Centro per i diritti del cittadino nonchè Presidente di Codiciambiente, avv. Giovanni Crimi, hanno incontrato il Commissario Straordinario del Comune di Castelvetrano, Dott. Caccamo.

Durante l’incontro sono state sottoposte all’attenzione del Commissario diverse problematiche, segnalateci dai cittadini, inerenti la raccolta differenziata che presenta ancora molte criticità.

Abbiamo innanzitutto chiesto al Dott. Caccamo quando verranno attivati, sia a Castelvetrano che nelle frazioni balneari di Triscina e Selinunte, gli eco-punti previsti nel calendario della DUSTY, distribuito in questi giorni ai cittadini.

Il Dott. Caccamo ci ha informati che gli eco-punti previsti a Triscina e a Selinunte verranno attivati nel giro di due o tre giorni mentre a Castelvetrano si dovrà prima ultimare la pulizia straordinaria nelle strade e poi si procederà all’attivazione degli eco-punti.

A tal proposito onde evitare che gli eco-punti diventino delle discariche verrà formato del personale, scelto tra i dipendenti comunali, che vigilerà affinchè ciò non succeda.
Abbiamo suggerito al Commissario di formare eventualmente anche dei cittadini volontari, al fine di controllare che negli eco-punti i materiali vengano differiti correttamente, una sorta di guardie ambientali.

Il dott. Caccamo, ha accolto con entusiasmo questo suggerimento ed ha aggiunto che a Campobello di Mazara esistono già queste figure, ovvero dei volontari che svolgono funzioni di controllo e vigilanza e che il Sindaco Castiglione rilascia loro degli attestati per l’attività prestata nell’interesse della collettività.

Ha chiesto poi di divulgare, come associazioni, il messaggio che negli eco- punti non venga conferita indifferenziata e/o rifiuti non idonei, in quanto il loro smaltimento comporterebbe costi notevoli e i trasgressori verranno puniti con sanzioni elevate.

Abbiamo rappresentato al Commissario le lamentele di numerosi cittadini che sono costretti a tenersi l’umido a casa, anche per diversi giorni, perché nessuno degli operatori ecologici lo ritira.
Il dott. Caccamo ha precisato che ci sono stati dei problemi per lo smaltimento della frazione umida, ma che si sta muovendo per la risoluzione di tali problemi. Infatti sono attualmente in corso trattative con la ditta “RACO srl” al fine di conferire la frazione umida presso il loro impianto di raccolta, sito a Catania.

L’ Avv. Crimi suggeriva a tal proposito una soluzione pratica, ovvero quella di invitare i cittadini, proprietari di un giardino o un appezzamento di terreno, a realizzare delle compostiere che trasformino l’organico in fertilizzante o ad acquistarle sul mercato, nel caso in cui non si possegga un terreno.
Per quanto riguarda i rifiuti combusti di via Vento e via Manganelli, il Commissario ha precisato che, verranno rimossi in tempi brevi e conferiti nelle apposite discariche per i rifiuti speciali, e tutta la zona in cui erano stati abbancati verrà bonificata.

Durante l’incontro è stata ribadita l’importanza del ruolo di controllo e sanzionamento da parte della Polizia Municipale, che costituirebbe un deterrente per quelle persone incivili che abbandonano in modo selvaggio i rifiuti negli angoli delle strade.
Il dott. Caccamo ci ha rassicurati dicendoci di aver già dato disposizioni in tal senso, provvedendo, sia attraverso i vigili urbani che attraverso l’utilizzo di telecamere, ad un controllo serrato del territorio riguardo l’abbandono selvaggio dei rifiuti e la non corretta differenziazione degli stessi con applicazione delle relative sanzioni.

Alla luce della situazione attuale, il Commissario auspica un maggior senso civico da parte di alcuni cittadini, in quanto se la raccolta differenziata non andrà a regime e non si raggiungerà il 30%, lo smaltimento dei rifiuti nelle discariche ubicate fuori dalla nostra regione comporterà dei costi esorbitanti che si ripercuoteranno inevitabilmente sulla TARI. Ha lamentato inoltre il fatto che alcuni albergatori e commercianti non effettuano ancora la differenziata contribuendo così ad aumentare il volume dei rifiuti indifferenziati.

Il commissario è consapevole del fatto che deve esserci una collaborazione tra cittadini, istituzioni e la ditta appaltatrice Dusty, in prorogatio fino al 15 settembre prossimo, che deve fare la sua parte, raccogliendo correttamente la differenziata secondo il calendario e su tutto il territorio coperto dal servizio,senza tralasciare alcune zone.
E’ molto importante differenziare correttamente i rifiuti in modo che la frazione da conferire in discarica sia minima.

A tal proposito il Dott. Caccamo ci ha riferito di leggere quotidianamente le mail inviategli dai cittadini, in cui lamentano qualche disfunzione o fanno dei reclami, e di girarle agli uffici di competenza e per conoscenza agli stessi cittadini,al fine di trovare delle soluzioni.
Al termine dell’incontro, il Commissario ha rinnovato il suo apprezzamento per l’impegno e la collaborazione profusi dalle associazioni Ora Basta e CODICI- Centro per i diritti del cittadino e Codiciambiente ed ha chiesto di continuare l’opera di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata, affinchè venga effettuata in maniera corretta e consona alle direttive.
Codici, Codiciambiente ed Ora Basta già da tempo svolgono attività di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata ed il compostaggio e continueranno a farla anche nelle scuole, perché in questo momento è fondamentale che i cittadini facciano la differenziata comportando ciò un notevole sgravio sulla Tari.

Codici – Centro per i diritti del cittadino – Codiciambiente – Ora Basta
I responsabili: Avv. Giovanni Crimi – Avv. Concetta Santangelo