Come già anticipato più volte dal 18 maggio molte attività potranno riaprire in sicurezza“. Lo ha dichiarato ieri, il Ministro per gli Affari regionali e Autonomie, Francesco Boccia anticipando la conferenza delle Regioni, di oggi pomeriggio con i Presidenti, il Premier Conte e il Ministro Speranza per avviare le procedure relative alle riaperture differenziate su base territoriale

Comprendo perfettamente l’esigenza delle Regioni di avere un quadro che consenta loro di avviare le riaperture differenziate e condivido la loro esigenza di averlo in tempi brevi – ha aggiungo Boccia – Li ringrazio per il senso di responsabilità e per la condivisione con il governo dell’esigenza di avere linee guida nazionali elaborate dal comitato scientifico su proposta Inail, sulla cui base eventuali ordinanze regionali, emesse prima delle nuove misure, dovranno essere riformulate, a tutela della salute pubblica e della sicurezza sul lavoro

Le linee guida Inail-Cts sulla sicurezza sul lavoro per quelle attività che potranno riaprire dal 18 maggio saranno pronte in settimana. Con la differenziazione territoriale sarà responsabilità delle singole Regioni avere il quadro dei dati sui contagi e sulla condizione della struttura sanitaria terrioriale. Se i contagi andranno giù si potranno riaprire anche altre attività, viceversa si dovrà tornare a restringere.

Il governo darà sempre le linee guida, i binari entro cui muoversi, ma sarà più facile per tutti individuare responsabilità e doveri.