Voglimi SELINUNTE

L’appuntato scelto Giuseppe Barcellona è stato scarcerato. Lo ha disposto il gip Piergiorgio Morosini che ha revocato i domiciliari al carabiniere difeso dall’avvocato Gianni Caracci. Barcellona era stato arrestato lo scorso 16 aprile, insieme al colonnello della Dia Marco Alfio Zappalà e all’ex sindaco di Castelvetrano, Antonio Vaccarino. Il gip ha accolto la richiesta dell’avvocato difensore dell’appuntato scelto, non applicando nessuna misura alternativa. Secondo quanto si legge nel provvedimento «il quadro delle esigenze cautelari, nelle more del procedimento, appare sensibilmente mutato».

A maggio, su richiesta dell’avvocato Caracci, il Tribunale del Riesame aveva già disposto per Barcellona la scarcerazione, applicando i domiciliari. L’appuntato scelto è, al momento, sospeso dal proprio servizio anche se è inforza presso il Reparto Legione Carabinieri Sicilia” Palermo «con compiti assolutamente diversi rispetto a quelli espletati in precedenza»puntualizza l’avvocato Caracci. Rimane in carcere a Enna il colonnello della Dia Marco Alfio Zappalà. È libero, invece, Vaccarino.