Il Tribunale di Palermo, sezione per il riesame dei provvedimenti restrittivi della libertà personale, in data 23.10.2018, a seguito di richiesta di riesame avanzata dall’avv. Silvestre Curti Giardina nell’interesse del proprio assistito Passiglia Giuseppe, riunitosi in Camera di Consiglio, ha deliberato l’annullamento dell’ordinanza emessa in data 28/09/2018 emessa dal G.I.P. del Tribunale di Marsala e per l’effetto ha revocato la misura cautelare degli arresti domiciliari in atto applicata al predetto Passiglia Giuseppe, disponendone l’immediata liberazione.

Chiesto all’avv. Silvestre Curti Giardina cosa ne pensasse di tale positivo provvedimento pronunciato dal riesame, ha risposto che “non si deve mai perdere la fiducia nella Giustizia” e di attendere fiducioso gli ulteriori sviluppi processuali.

L’uomo era stato destinatario della misura cautelare degli arresti domiciliari, dopo essere stato indagato con l’accusa di per aver posto in essere in alcuni immobili di sua proprietà siti in pieno centro a Castelvetrano un’attività finalizzata allo sfruttamento della prostituzione. La misura cautelare veniva notificata in seguito ad un’intensa attività investigativa svolta dal personale del Commissariato di Castelvetrano.