La “Bambocciata”, opera marmorea scolpita (1887) dal noto scultore Mario Rutelli, originalmente fu posizionata al centro della vasca delle villa di piazza Regina Margherita. La scultura negli anni è stata oggetto, purtroppo, di tanti atti vandalici e attualmente versa in uno stato degrado. La Villa Margherita, a seguito del terremoto del 1968, fu occupata da decine di baraccati e il gruppo scultoreo venne gravemente danneggiato e degradato.

Nel 1994, dopo un restauro con l’inserimento di parti già mancanti a causa del vandalismo subito, la “Bambocciata” venne sistemata su un artistico e antico capitello nel pronao del teatro Selinus dove si pensava potesse essere più riguardata. Purtroppo, negli anni, anche in questo posto l’afflusso di persone ha fatto sì che alcune parti dell’opera avessero dei problemi. Per via di “palpeggiamenti” vari la scultura ha subito qualche danneggiamento, per ultimo da una “palpeggiata” maldestra gli era stata staccata una mano.

Il Club per l’UNESCO di Castelvetrano Selinunte da sempre sensibile per la tutela del patrimonio monumentale ed artistico ha fatto realizzare un restauro di base conservativo, relativo al reinserimento delle parti mancanti e all’incollaggio di quelle cadenti. L’auspicio è che, in futuro, si possa salvaguardare meglio l’opera con una sistemazione più riguardata e
che la stessa possa essere oggetto di un’operazione di restauro globale.

Il Presidente del Club per l’Unesco di Castelvetrano Selinunte
Dr. Nicolò Miceli