Essepiauto

Stavolta un primato in provincia di Trapani, la città di Castelvetrano l’ha fatto registrare. E non c’entra né la mafia, né la massoneria deviata. Il dato curioso, che ha fatto svettare nella classifica la città, è quello che proviene dalle domande presentate per il reddito di cittadinanza. L’Inps ha reso noti i numeri di quanti hanno scelto di aderire alla misura voluta e introdotta dal Movimento 5 Stelle e dal Governo.

Sono 806.763 le richieste per nucleo familiare arrivate all’Inps da tutta Italia, attraverso i modelli presentati alle Poste, ai Caf e online; di queste, oltre 433mila sono di donne, ovvero il 54% del dato totale. Il Sud primeggia col 37% rispetto al dato nazionale e le isole si attestano al 20%. Le prime due regioni, per domande presentate, sono la Campania e la Sicilia.

Il dato che balza più agli occhi, leggendo i dati soprattutto della provincia di Trapani, è quello di Castelvetrano. Stavolta i numeri – per sede Inps – pongono la città del filosofo Giovanni Gentile al secondo posto, dopo Trapani e, comunque, prima delle più ampie città di Marsala e Mazara del Vallo. A Castelvetrano, al momento, sono 2461 le domande presentate per il Reddito di cittadinanza, mentre a Mazara del Vallo sono 1862, a Marsala 2324 e ad Alcamo 1068.

Come leggere questi dati? Rappresentano il volto di un territorio in seria difficoltà occupazionale? E, come mai, proprio a Castelvetrano – rispetto alle più grandi città di Marsala e Mazara del Vallo – le domande presentate per il Reddito di cittadinanza sono state così numerose?

Segue il documento con tutti dati dell’INPS