Sono quattro i cani che sono stati avvelenati, la notte scorsa, sul lungomare est della frazione di Tre Fontane. Si tratta di quattro randagi, regolarmente sterilizzati e microchippati dal Comune, che stazionano di fronte la casa di Alfio Massimino, un residente della zona.

Dei quattro cani l’ultimo è stato individuato stamattina ancora in preda a convulsioni e contrazioni. Gli animali sono stati trasferiti dallo stesso Massimino e da Liliana Signorello presso la clinica “San Vito” di Mazara del Vallo dove sono tutt’ora sotto cura. Uno versa però, in gravi condizioni.

Parole di condanna ha espresso il sindaco di Campobello Di Mazara, Giuseppe Castiglione: «Non posso non manifestare la mia forte indignazione per il nuovo episodio di avvelenamento di cani avvenuto a Tre Fontane» ha scritto sulla sua bacheca Facebook.

«La Polizia Municipale oltre le indagini avvierà anche un’attività di bonifica del territorio, nel tentativo di individuare eventuali altre esche abbandonate», ha scritto il sindaco.