quartiere belvedere castelvetrano

Lo scorso 19 maggio, il Comitato Quartiere Belvedere di Castelvetrano ha protocollato una lettera indirizzata Sindaco Errante e agli assessori competenti in merito ad alcune criticità riscontrare.

Non avendo ancora ricevuto risposta, il Comitato desidera portare a conoscenza dei lettori, il contenuto della missiva (prot. 17388 del 19/05/2016).

Il Comitato di Quartiere “ Belvedere” è stato per lungo tempo in silenzio cercando di osservare l’andamento della vita cittadina. Dopo lunga osservazione, e volendo essere in piena sintonia con l’Amministrazione per lo sviluppo della città di Castelvetrano, non riesce a stare ulteriormente in silenzio dinanzi a tante situazioni che sembrano emergenziali.

1. Gli abitanti del quartiere vivono con disagio la differenza di decoro tra le periferie e il centro cittadino. I marciapiede sono infestati di erbacce e spazzatura, tanto che i pedoni sono costretti a scendere sulla carreggiata della strada per evitarli. I cassonetti per la raccolta dei rifiuti sono insufficienti, rotti e abitualmente stracolmi di spazzatura e favoriscono il proliferare dei topi.

Notiamo l’inadeguatezza del servizio per la raccolta differenziata dovuta alla assenza ( vedi angolo Via Magellano – via Cristoforo Colombo) delle campane e la mancanza di una isola ecologica nella zona. Notiamo pure l’inadeguatezza della segnaletica verticale e orizzontale. Ancora notiamo la situazione caotica e pericolosa all’incrocio tra via Campobello, via Casa Santa , via Rocco Chinnici e via Bresciana per l’assoluta mancanza di segnaletica e di controlli della Polizia Municipale. Notiamo infine il degrado nella villa Falcone e Borsellino.

2. Da anni il Comitato sollecita la bonifica del territorio del quartiere Belvedere e chiede se sono stati adottati dei provvedimenti in merito ai siti individuati dopo una ispezione effettuata il 25 Giugno 2012 dall’allora Vicesindaco Marco Campagna, dall’Ing. Giuseppe Taddeo,dal Dott. Filippo Giglio del C.A.D.A. e da una nostra rappresentanza. Inoltre chiede di conoscere i risultati della mappatura in attuazione della Legge regionale del 29 Aprile 2014 n. 10.

3. Il quartiere vive con disagio il blocco dei lavori sia per il centro polifunzionale che è in stato di abbandono ( vedi cumuli di materiale di risulta ed erbacce che possono creare situazioni di pericolo e di rischi igienico sanitari), sia per le palazzine che da mesi sono ingabbiate dai ponteggi.

4. Infine il Comitato chiede notizie relative all’attuazione delle norme dettate dalla Legge 10/2013 sulla piantumazione arborea.

Sperando in una sollecita risposta porgiamo distinti saluti.

Castelvetrano, 19.05.2016
Il Presidente
Vito Morici