Il punto nascita di Castelvetrano andrà a Mazara del Vallo? «È una notizia terribile che non possiamo accettare passivamente». Lo ha detto il sindaco di Castelvetrano Enzo Alfano, dopo avere appreso che il reparto di Pediatria al “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano verrà chiuso, la Neonatologia di Mazara del Vallo è stata spostata – temporaneamente – a Castelvetrano, per poi tornare all’ospedale “Abele Ajello”, tirandosi anche il punto nascita di Castelvetrano che in città verrà chiuso.

«Occorre una vibrante protesta per far tornare sui propri passi l’Asp Trapani e il governo regionale sull’ulteriore scelta che depaupera e penalizza il nostro ospedale – ha commentato il sindaco Alfano – un disegno governativo inarrestabile che non ha mai coinvolto le popolazioni e chi le rappresenta istituzionalmente».

Alfano chiede ora «a tutte le forze politiche della Valle del Belìce a scendere in campo insieme ai loro sindaci per far sentire la propria voce in tutte le sedi opportune». Per Alfano non sono bastate le proteste di “Orgoglio castelvetranese”, le riunioni unitarie dei consigli comunali dei Comuni del Belìce e neanche la fiaccolata. «E pensare che i rappresenti del Governo regionale non hanno neanche tenuto conto del coinvolgimento del Prefetto di Trapani Tommaso Ricciardi», è ancora Alfano.

Per il primo cittadino di Castelvetrano quello che si sta compiendo sull’ospedale di Castelvetrano è un «disegno scellerato che doveva essere portato a termine anche contro ogni evidenza». Oggi Alfano confida che l’attuale Commissario dell’Asp Trapani Paolo Zappalà possa incontrare, con urgenza, tutti i sindaci del comprensorio.