“Sarà pubblicato domani sulla Gazzetta ufficiale della Regione il bando per raggiungere due importanti obiettivi: la realizzazione di un piano per garantire il diritto allo studio dei ragazzi disabili e a rischio di marginalità sociale e il reinserimento nella scuola siciliana di 1700 unità, tra insegnanti di sostegno e personale Ata”.

Queste le parole dell’assessore regionale alla Pubblica Istruzione, Nicola Leanza, nel corso di un incontro con i sindacati del mondo della scuola che si è svolto la scorsa settimana. Erano presenti anche il dirigente generale del Dipartimento regionale della Pubblica Istruzione, Patrizia Monterosso, e il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Guido Di Stefano.

Le risorse finanziarie, valide per i prossimi due anni, comprendono 15 milioni di euro a carico dello Stato sui fondi Pon Fesr 2007-2013 mentre la Regione ha messo in campo 40 milioni di euro.

“E’ un progetto sperimentale – ha detto l’assessore Leanza – che vede la Sicilia protagonista a livello nazionale. In un momento di tagli e di difficoltà economiche, la Regione ha messo la scuola al primo posto e soprattutto ha posto l’attenzione sulla questione della disabilità, che rischiava di essere dimenticata, mettendo in campo le migliori professionalità. Il percorso per il reinserimento di 1700 tra docenti e personale oggi è partito ed in breve tempo daremo una risposta concreta ad un settore che in Sicilia è stato fortemente penalizzato”.

Leanza ha anche lanciato la prossima conferenza regionale della scuola: “La faremo – ha concluso l’assessore – il mese prossimo e inviteremo il ministro Gelmini. Sarà un momento importante in cui tutte le componenti potranno esprimere le proprie proposte e confrontarsi sui problemi sottolineando però che anche in Sicilia c’è una buona scuola da mettere in vetrina”.

Nei prossimi giorni su questo portale la copia in pdf del bando