La grave crisi della società Megaservice di Trapani, sarà discussa alla Regione Siciliana , nell’incontro previsto per il 7 febbraio 2013.

L’on. Giovanni Lo Sciuto ha chiesto al presidente della Regione Rosario Crocetta di essere presente all’incontro dove si discuterà del futuro dei 72 dipendenti della Megaservice che, oltre a rischiare di perdere il posto di lavoro, non percepiscono lo stipendio da più di 4 mesi. L’on. Giovanni Lo Sciuto che si è già impegnato in Commissione Lavoro (ARS), per cercare di risolvere la delicata questione della Megaservice, chiederà, al Governatore Crocetta, di utilizzare gli strumenti consentiti dalla legge, per evitare la chiusura della società .

operai-megaservice

I lavoratori- ha dichiarato l’on. Lo Sciuto- non possono pagare colpe di altri. Occorre attivare tutti i meccanismi per tutelare i loro diritti e per garantire a tutti i dipendenti un futuro occupazionale.

Il Governatore Crocetta, deve intervenire sulla questione Megaservice e partecipare al tavolo tecnico del 7 febbraio all’ ARS. Sono vicino ai lavoratori, in questo delicato momento. Molti di loro risiedono nella mia città e so quali difficoltà stanno attraversando. La Megaservice-aggiunge l’on. Lo Sciuto -è stata creata per dare un lavoro agli ex dipendenti dell’IMAM di Castelvetrano rimasti senza lavoro nel 2002, dopo i tagli produttivi della Fiat a Termini Imerese e allora, ricordo , mi impegnai personalmente insieme al consigliere provinciale, Enzo Chiofalo per la realizzazione di questo progetto, con l’ampia condivisione dell’allora presidente, Giulia Adamo. Se oggi la Megaservice si trova ad un passo dalla liquidazione le colpe non possono essere certo dei lavoratori. Eventuali responsabilità sulla gestione di questi anni, saranno individuate dagli organi competenti.

Auspico che nel tavolo tecnico regionale del 7 febbraio si possa trovare una soluzione tangibile per evitare la chiusura della società partecipata di proprietà della Provincia di Trapani. Chiederò con fermezza al presidente Crocetta, di attivare tutti gli strumenti possibili per garantire il lavoro ai dipendenti della Megaservice