ASCOLTA L'ARTICOLO

Sono almeno una ventina, tra adulti e bambini, i profughi ucraini sbarcati ieri pomeriggio all’aeroporto internazionale Falcone Borsellino di Palermo con il volo in arrivo da Cracovia. La Gesap, la società di gestione dell’aeroporto internazionale “Falcone Borsellino” di Palermo, in collaborazione con la direzione aeroportuale Sicilia Occidentale dell’Enac e della Polaria, la Polizia di Frontiera, con il Comune di Palermo, ha creato un percorso di accoglienza per il loro arrivo.
Nella sala restituzione bagagli, infatti, è stato installato un desk di assistenza e info. Sul posto c’è un mediatore culturale, per orientare i profughi e fornire contatti con associazioni e istituzioni.
Una volta in sala arrivi, grazie alla collaborazione con la struttura del commissario per l’emergenza Covid della provincia di Palermo, i passeggeri ucraini possono sottoporsi a tampone antigenico ed, eventualmente, avere somministrato il vaccino anti-covid presso l’hub vaccini in sala check-in C.

AUTORE.