ASCOLTA L'ARTICOLO

Prestigioso riconoscimento per Salvo Ognibene che fa parte di una ristretta giuria di degustatori provenienti da cinque diversi continenti per l’edizione dedicata ai vini dolci di uno dei maggiori eventi internazionali del settore enologico. Un piccolo grande traguardo per il giovane menfitano, consulente di marketing, giornalista e sommelier che negli ultimi anni si è dedicato con amore e dedizione alla passione per il vino trasformandolo non solo in un lavoro ma diventando oggi una delle firme più interessanti del panorama enologico. C’è anche lui tra gli autorevoli giurati di tutto il mondo alla prima sessione “Vini dolci e fortificati” del Concours Mondial de Bruxelles, il concorso internazionale durante il quale oltre 10.000 vini presentati da produttori sono degustati e valutati da una giuria di professionisti. Degustatori esperti esaminano i vini in concorso con un solo obiettivo: individuare vini di ineccepibile qualità, indipendentemente dall’etichetta e dal prestigio della denominazione che oggi lo rendono uno dei maggiori eventi internazionali del settore.

Nato a Livorno e cresciuto a Menfi, scrive per importanti giornali e guide nazionali e di recente ha pubblicato “Storie di Vite”: il suo coinvolgimento al prestigioso concorso enologico che si sta celebrando a Marsala, patria del vino Marsala che tra l’800 e il 900 è stato il vino più venduto al mondo, dal 20 al 24 Settembre, è il proseguimento di un percorso iniziato anni fa e che oggi lo portano a comporre una ristretta giuria di degustatori provenienti da cinque diversi continenti. La manifestazione (categoria vini dolci e fortificati) è aperta a tutti i vini dolci, semidolci, passiti, ai liquorosi e fortificati e saranno premiati i vini aderenti alle seguenti categorie: vino semi- secco rivelazione, vino liquoroso bianco rivelazione, vino dolce rosso rivelazione, vino liquoroso rivelazione, vino fortificato bianco rivelazione e vino fortificato rosso: L’obiettivo di questa sessione del concorso è di attirare l’attenzione dei media su questi vini specifici e più in particolare sulla ricchezza dei vini dolci e fortificati della Sicilia come il Marsala, il Passito di Pantelleria, la Malvasia delle Lipari e il Moscato di Noto.

 

 

AUTORE.