Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta del preside Francesco Fiordaliso

preside fiordalisoDal primo settembre andrò in quiescenza. Ho inoltrato domanda l’11 luglio, subito dopo gli esami di Stato, per porre fine alle chiacchiere che giravano da tempo.

Vado via senza alcun rammarico, consapevole di avere svolto al meglio delle possibilità il mio dovere. Resto, comunque, a disposizione della scuola, nel caso fosse utile ancora la mia azione. Ringrazio tutti quelli che, in ogni modo, mi hanno collaborato, dal Direttore Generale ai DDSSGGAA, dai vari collaboratori ai bidelli, dai docenti al personale ATA.

Non prenderò provvedimenti per lasciare libero chi mi succederà di decidere seguendo i suoi criteri. Sono stato costretto, obtorto collo, a nominare il mio vicario, che godrà dell’esonero totale. Ho chiesto al dr. Licata dell’Uff. Scol. Prov. se la nomina poteva essere fatta il primo settembre, ma mi ha detto che la scadenza del 25 luglio è perentoria: Ho nominato, dunque, il prof. Baldassare Casola, che ha dimostrato ottime qualità di direzione, in modo tale che il nuovo D.S. abbia più tempo di sostare presso il Liceo Scientifico, l’istituto pù complesso, dove funzionerà la segreteria.

Auguri di buon lavoro al D.S. che verrà!