ASCOLTA L'ARTICOLO

Primo premio. Il docufilm “Antica trasversale sicula – il cammino della Dea  Madre” si è ufficialmente aggiudicato il podio nella XI edizione della Rassegna del documentario e della  comunicazione archeologica” di Licodia Eubea, una delle manifestazioni di divulgazione archeologica più  importanti in Italia e in Europa. Il docufilm prodotto da Terra Hyblea produzioni video e Eternal Joy Movie, ha vinto, ieri, domenica 17  ottobre, il primo premio nella sezione Archeoclub d’Italia, risultando il film più votato da parte del pubblico,  già visibilmente entusiasta durante la proiezione. Francesco Bocchieri, 35 anni, regista ragusano, con questa produzione, ha saputo cogliere gli aspetti più  interessanti e profondi di uno dei cammini più antichi dell’Isola. Un vero e proprio road movie attraverso la  Sicilia che, seguendo il percorso dell’Antica trasversale sicula, racconta il lungo viaggio a piedi e le emozioni  di numerosi pellegrini che ogni anno, attraversando l’intero entroterra siciliano, percorrono circa 650 km. A  rendere unico il docufilm, sono anche e soprattutto le immagini, i paesaggi mozzafiato, le bellezze storiche  e archeologiche che da Mozia a Kamarina, entusiasmano, emozionano, lasciano il segno per il loro fascino,  la loro storia e la loro intramontabile sacralità. 

 

«Ritirare il premio “Archeoclub d’Italia” – afferma Bocchieri – è stata una soddisfazione straordinaria. La  vittoria non è soltanto nostra, abbiamo vinto grazie a tutte le persone che sostengono l’Antica Trasversale  Sicula. Questa è soltanto l’ennesima prova che questo cammino è davvero molto sentito in tutta la Sicilia.  Ringrazio tutti quelli che ci hanno supportato: dai sostenitori del crowdfunding a tutti gli sponsor e i  partner. Un ringraziamento speciale va a chi si è speso per la realizzazione dell’opera, Marcello Bocchieri,  Vincent Migliorisi, Rita Fuoco Salonia, Massimo Leggio, Federico Cascone, Sergio Francesco Distefano e la  grande Luana Dicunta e anche ai trasversali Giuseppe Labisi, Peppe De Caro, Tano Melfi e Agostina  Marchese. Lavorare per un progetto così nobile per noi è stato un onore, questo è un premio dal grande  significato, non abbiamo vinto soltanto noi, ha vinto la Sicilia intera»Entusiasta anche il presidente della Trasversale, Giuseppe De Caro: «L’emozione più grande è senza dubbio  quella di vedere crescere l’attenzione verso il progetto della Trasversale sicula e tutto ciò che esso  comprende. Il docufilm, racconta, quanto di bello c’è in Sicilia e lo fa proprio attraverso il cammino e le  testimonianze di chi lo ha già percorso. Grazie a Francesco Bocchieri, Luana Di Cunta, Sergio Di Stefano e a  quanti hanno lavorato e creduto a questo progetto».

AUTORE.