Pochi giorni fa, il presidente Barack Obama ha assegnato un premio di merito a 102 scienziati e ricercatori. Stiamo parlando del PECASE, il massimo riconoscimento che il governo degli Stati Uniti possa offrire a giovani professionisti nel settore della ricerca scientifica.

Tra i 102 nomi ci sono anche tre italiani, che attualmente lavorano in università americane. Tra questi anche Anna Grassellino, una ricercatrice originaria di Marsala attualmente impiegata al Fermi National Accelerator Laboratory dell’Università dell’Illinois, a Batavia.

Grassellino, classe 1981, si è laureata all’Università di Pisa nel 2005 in Ingegneria Elettronica, per poi conseguire un dottorato in Fisica all’Università della Pennsylvania. Fa ricerca dal 2008, mentre dall’inizio del 2012 è al Fermilab, prima come postdoc, e attualmente come scienziata e group leader, nel settore della fisica applicata e delle tecnologie dei superconduttori.

La brillante professionista ha così commentato su Facebook “Fiera di tenere alta la nostra bandiera!”.

Tra i numerosi complimenti ricevuti da Anna Grassellino, ci sono anche quelli del professor Giuseppe Anastasi, direttore del dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa, che scrive: «Anna Grassellino, una dei tre giovani scienziati italiani premiati da Obama, si è laureata in Ingegneria Elettronica presso l’Università di Pisa. A nome del dipartimento di Ingegneria dell’Informazione (DII), sincere congratulazioni ad Anna per il prestigioso riconoscimento».