gianni-pompeo-udc«La conta dei numeri a Castellammare del Golfo, alla fine, ci ha dato ragione, sbugiardando l’onorevole Mimmo Turano che ha scelto, col benestare dei vertici nazionali del partito, di utilizzare il simbolo in una coalizione, in totale disaccordo con quanto aveva stabilito la direzione locale del partito».

Lo ribadisce Gianni Pompeo, ex presidente provinciale dell’Udc, dimessosi qualche settimana addietro.

«Mi chiedo: chi vorrà riprendere in mano questo partito? Da più mesi i miei appelli sono rimasti inascoltati dai vertici regionali e nazionali dell’Udc, che conoscono bene la situazione del Trapanese. Il partito è senza una guida provinciale e regionale, nell’indifferenza di chi dovrebbe assumersi le responsabilità di convocare le assemblee per le nuove elezioni».

E ancora Pompeo: «Pieno rispetto istituzionale per l’onorevole Mimmo Turano, ma la sua presunzione sui numeri è stata smentita proprio a Castellammare del Golfo. Il partito in provincia non è solo lui. E la base, a Castellammare come a Marsala, Alcamo, Trapani e Castelvetrano, quando vuole ne da’ dimostrazione».