Voglimi SELINUNTE

poliziaNella serata di giovedì scorso presso la borgata di Marinella di Selinunte, un noto pregiudicato castelvetranese di 41 anni sarebbe andato in escandescenza alla vista di un poliziotto castelvetranese che, fuori servizio, si trovava come lui a consumare un panino nei pressi di un ambulante  della borgata.

L’aggressione è avvenuta davanti alcuni clienti dell’ambulante e del figlioletto di appena 5 anni del pubblico ufficiale. La colluttazione è degenerata e i due sono stati portati al pronto soccorso di Castelvetrano per le cure necessarie.

Il pregiudicato è quindi arrestato per danneggiamento, resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale e processato per “direttissima” nella giornata di venerdì 1 luglio, ma proprio durante il processo è stato colto da un malore e trasportato subito in ambulanza.

Il processo però è potuto continuare dopo la ripresa di questi, al termine del quale il giudice ha imposto al pregiudicato l’obbligo di firma per tre giorni a settimana nonostante quest’ultimo affermi che si sia trattato solamente di un diverbio.

Difeso dall’avvocato Giacomo Frazzitta, rappresentato e sostituito dalla collega Roberta Tranchida, il pregiudicato è tornato in libertà, questi era già noto alle forze dell’ordine per un caso di resistenza a pubblico ufficiale avvenuto nel 2014 a Castelvetrano.