ASCOLTA L'ARTICOLO

Tutti ricorderanno il nubifragio abbattutosi sulla provincia di Trapani lo scorso 10 ottobre: violente piogge si riversarono su molte città provocando disagi alla popolazione. Anche a Castelvetrano le piogge fecero danni: strade come fiumi in piena, abitazioni, esercizi commerciali e scuole allegate. Tra queste ultime anche la Scuola dell’infanzia “Borsani”: i piccoli studenti del plesso furono costretti a cambiare scuola perché, dopo i diffusi temporali, l’eccesso d’acqua presente all’interno e all’esterno rese impraticabili i locali determinando la necessità di sospendere le attività didattiche. I bambini trovarono accoglienza presso il plesso “N. Atria”, dove si trovano tutt’oggi.

La competenza a intervenire sulla struttura scolastica è del Comune, “ma a oggi non è avvenuto nessuno intervento”, spiegano gli operatori scolastici. Quello che viene chiesto sia dai genitori dei bambini che da chi opera nel plesso è l’urgenza a intervenire per ripristinare le aule didattiche che furono allagate, per far tornare nelle loro classi i bambini.

AUTORE.