alghe posidonia selinunte

La Posidonia spiaggiata di Marinella di Selinunte e il fastidioso lezzo prodotto, delle “alghe ” portuali, finiscono nei commenti della guida turistica internazionale Lonely Planet 2014, distribuita in decine di nazioni in tutto il mondo. Ma anche la guida turistica francese “Le Routard “ distribuita in milioni di copie anche in Belgio, è benevola nei confronti della borgata marinara. Immancabile la polemica da parte degli albergatori.

Sono alcuni di loro a segnalare le cattive recensioni pubblicate sulle due guide. Lorenzo Carichini un imprenditore originario di Rimini e titolare di “Villa Sogno” si è accorto delle pubblicazioni in ragione anche di numerose prenotazioni cancellate

E’ pesante ciò che è riportato nelle guide –afferma Carichini-I problemi ci sono, ma così si generalizza. Noi abbiamo avuto lusinghieri riconoscimenti da parte di “Tripadivisor” per la qualità dei servizi e poi perdere clienti perche su Selinunte si scrive addirittura di località “infernale” nel periodo estivo, dispiace molto.

Invieremo al sindaco Errante e al governatore Crocetta una petizione a difesa del nostro lavoro e affinchè si intervenga per migliore Marinella e il parco di Selinunte e cancellare questi giudizi molto severi

Sarebbero, infatti, diversi gli operatori di Selinunte titolari di medie strutture alberghiere a voler firmare questa petizione .Lo conferma anche Giovanni Caracci , selinuntino e gestore del B&B “Il Terrazzo di Venere”.

Per noi strutture piccole-afferma Caracci- che lavoriamo molto su internet e sul turista- fai da te-questi giudizi sono tossici. Diversi francesi hanno disdettato in questi giorni. Dobbiamo muoverci per migliorare i servizi a Selinunte e per difendere il nostro lavoro. Chiediamo al sindaco un confronto per intervenire su queste critiche

Nel reporting di “Le routard” si parla anche della movida e dei ristoratori che non rispettano i prezzi alla carta. Le valutazioni , pubblicate quest’anno si rifanno a commenti della scorsa stagione. Il sindaco Felice Errante, appresa la notizia, ha voluto leggere personalmente ciò che è stato riportato nella guida francese.

Sono vicino agli albergatori e al loro lavoro. Marinella di Selinunte vive anche di imprenditori seri e preparati e che vincono pure, ambiti riconoscimenti internazionali. Sulle segnalazioni, posso dire che alcune sono giustificate. I francesi sono molto precisi e segnalano ciò che li infastidisce.

Rispetto all’anno scorso posso assicurare che c’è meno frastuono e la movida è più vivibile. L’amministrazione è intervenuta su alcuni problemi. Abbiamo anche messo un trenino per i turisti a favore degli alberghi, dei turisti in transito e dei residenti. Per le cosiddette alghe spiaggiate, ripeto ancora una volta che dobbiamo rispettare le leggi.

La posidonia arriva copiosa dal mare e toglierla completamente richiede notevoli sforzi economici, e comunque va restituita al mare. Ogni anno dobbiamo affrontare questo problema ,fino a quando non sarà realizzato il nuovo porto, su cui stiamo lavorando ,anche per reperire le somme necessarie