[Comunicato Stampa – Luciano Perricone Sindaco] Il Dr. Luciano Perricone, candidato alla carica di sindaco ha incaricato, a proprie spese, il prof. Gino Dardanelli, ingegnere civile, docente presso l’Università degli Studi di Palermo di Scienze Geodetiche e Topografiche per realizzare un monitoraggio delle aree del territorio finalizzato a verificare le discrasie rappresentative del piano paesaggistico ai fini di ottenere l’invalidazione dello stesso.

Tale studio sarà propedeutico alla compilazione del ricorso al Tar che si sta occupando di preparare l’amico avvocato Giovanni Lentini che ha offerto la propria disponibilità per la preparazione di un ricorso che potrebbe, in caso di accettazione da parte del Tar, essere risolutivo per l’economia cittadina.

Ringrazio il prof. Dardanelli e l’avv. Lentini per la grande disponibilità che stanno mettendo in campo che, unita alla loro indiscussa professionalità, sono certo che risulteranno risolutive per il nostro territorio-ha affermato Perricone- forse sarebbe ora che i funzionari regionali mostrassero più attenzione prima di condannare un territorio con dei vincoli così restrittivi che di fatto impediranno ogni ipotesi di sviluppo. Sono pronto ad andare in fondo alla questione da privato cittadino o da sindaco se i cittadini mi sceglieranno per guidare la città.”

Breve sintesi sul Piano Territoriale Paesistico Regionale

L’Assessorato Regionale dei Beni Culturali ed Ambientali e della Pubblica Istruzione, in seguito ad un finanziamento POR Sicilia 2000/2006, misura 2 Azione C, ha redatto il Piano territoriale paesaggistico dell’ambito 2 “Area della pianura costiera occidentale”, inserendo il territorio del Comune di Castelvetrano.
In virtù di ciò, la Soprintendenza di Trapani ha provveduto alla progettazione del Piano, in conformità alla normativa dell’epoca, sia regionale, sia nazionale e con riferimento alla normativa europea, alle disposizioni delle Linee Guida del Piano Territoriale Paesistico Regionale, approvate con D.A. n. 6080 del 21.05.1999, e con riferimento alla Convenzione Europea del Paesaggio, recepita con legge 14/2006. Detto Piano è stato presentato ai comuni interessati nel mese di Giugno 2009.
Di tale Piano non si è avuta mai notizia di adozione né, quindi, mai di approvazione da parete della Regione. Orbene dopo oltre sette anni è stato “prodotto” dalla Soprintendenza di Trapani un nuovo Piano Paesaggistico – Ambito 2 e 3 – rivisitato con la novità che riunisce diversi comuni della provincia di Trapani. In tale piano si è avuto modo di verificare che le osservazioni prodotte in sede di progettazione da parte del Comune di Castelvetrano, nell’anno 2014, non sono state prese in debita considerazione.

Dall’esame del Piano Paesaggistico, quindi, sono emerse notevoli problematiche che di fatto impediranno uno sviluppo omogeneo del territorio così come previsto nel PRG attualmente vigente.
Infatti, poiché il predetto Piano Paesaggistico è sovraordinato al PRG vigente del Comune (vale a dire che i vincoli posti modificheranno ciò che era stato previsto nel PRG determinando in alcuni casi l’inedificabilità di zone attualmente edificabili), l’introduzione di una notevole quantità di vincoli e disposizioni indubbiamente appesantiranno i procedimenti urbanistici ed edilizi, nell’interesse della cittadinanza e soprattutto nell’interesse di assicurare una gestione del territorio senza gravare le attività imprenditoriali che assicurano sviluppo e posti di lavoro, il candidato a Sindaco Luciano Perricone ha già effettuato un’attività mirata all’acquisizione di pareri tecnici da parte di autorevoli professionisti, al fine di presentare in tempo utile i ricorsi necessari.

Comunicato Stampa – Luciano Perricone Sindaco