Il giovane nigeriano che il 9 ottobre scorso rubò la pistola a una vigilessa davanti il Lidl di Castelvetrano, è capace di intendere e di volere? Il Tribunale di Marsala – dove si sta celebrando il processo a carico del migrante – ha disposto un’altra perizia psichiatrica su Ige Ogobo, il 21enne che già si era reso protagonista di un’altra aggressione. Attualmente il giovane è rinchiuso nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto. A eseguire la perizia sarà lo psichiatra Maurizio Marguglio.

Il nigeriano, difeso dall’avvocato Ezio Di Marco, il 9 ottobre scorso tentò di rubare un’auto a una persona, con la quale ne nacque una colluttazione. Intervenne una pattuglia della Polizia Municipale e Ige Ogobo riuscì a sfilare l’arma dalla fondina a un agente donna. Poco dopo venne bloccato dai carabinieri. A metà luglio, il pubblico ministero ha chiesto al Tribunale di disporre la custodia cautelare dell’imputato in una sezione speciale per infermi psichici. Quindi il trasferimento all’istituto penitenziario di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina.