Ancora una volta il sindaco Errante tenta di passare per vittima di attacchi politici e parla di interessi elettorali del PD, nell’articolo apparso proprio ieri sulla stampa in ordine alla perdita del finanziamento per gli interventi strutturali nell’area adiacente il Parco Archeologico.

Il Comune di Castelvetrano, si legge, presenterà “dettagliato ricorso” al Tribunale Amministrativo Regionale contro il provvedimento di revoca della Regione Siciliana, ma ad oggi, tuttavia, nelle delibere di Giunta Municipale non vi è traccia alcuna su un eventuale ricorso giudiziario che rimane, pertanto, solo annunciato.

Certo siamo convinti che debba essere utilizzato ogni strumento utile per recuperare l’importante finanziamento revocato e, pertanto, auspichiamo che un eventuale ricorso giudiziario venga valutato con la massima attenzione e non si risolva in un altro contenzioso lungo e dispendioso per le casse comunali e per i cittadini.

Al momento non possiamo che rammaricarci per la perdita del finanziamento per il quale il PD di Castelvetrano si era speso, in questa come in altre occasioni, con l’ex consigliere comunale Pasquale Calamia e l’allora assessore Marco Campagna unitamente all’ex Dirigente Taddeo, per recuperare il finanziamento, bloccato a causa delle note vicende giudiziarie, ottenendo il rifinanziato per l’intero importo del progetto per ingresso al Parco Archeologico di Selinunte.

Siamo da sempre convinti che i fondi europei possano rappresentare un motore di sviluppo di una comunità e per tale ragione il PD, durante il periodo in cui ha amministrato, ha seguito l’iter delle procedure di finanziamento (fra tutti il cofinanziamento per l’acquisto dei mezzi per la raccolta dei rifiuti), al contrario di quanto insinuato da qualche attento commentatore dei blog locali.

Ed anche dopo il cambio di maggioranza, deciso motu proprio dal sindaco Errante, ci siamo resi sempre disponibili su tale aspetto per la nostra Città. Ma l’amministrazione ha fatto da sola e questo è stato il risultato.

E non è un caso, infatti, che proprio attraverso il Partito Democratico nei giorni scorsi i funzionari del Comune siano stati messi in contatto con quelli della Regione per tutti i necessari chiarimenti relativi all’istanza per il saldo della quota del Fondo destinato al compenso degli effetti degli squilibri finanziari, per l’esercizio finanziario 2015 al fine di avere liquidato il saldo per l’anno 2015, fondo, per intenderci, utile al pagamento degli stipendi al personale precario del Comune.
Altro che interessi elettorali!

Sindaco occupati con maggiore attenzione dei problemi della Città. Per la campagna elettorale ci sarà tempo.

Circolo PD Castelvetrano